Quotidiani locali

Frey: «Il Venezia crescerà ancora» Dubbio Falzerano contro l’Ascoli

Calcio Serie B. Il francese conquistato dal gruppo: «Qui si può fare qualcosa di importante» Rogg e Inzaghi saranno domani a Firenze per il funerale di Astori. Il 3 aprile il recupero a Carpi?

MESTRE. Trentaquattro anni e non sentirli. Anzi. Il Venezia sembra aver ridato una seconda giovinezza a Nicolas Frey, che ieri ha festeggiato il compleanno, ritornato in campo dopo aver vissuto per mesi ai margini del Chievo Verona. Ultimo innesto del mercato invernale di Leandro Rinaudo, Frey ha avuto bisogno di qualche settimana di rodaggio per eliminare le tossine accumulate in oltre sei mesi, poi Inzaghi gli ha dato fiducia contro l’Avellino, riconfermandolo a Parma e poi con la Ternana. «All’inizio ho avuto bisogno di un po’ di tempo per ambientarmi» spiega il difensore francese, «e ritrovare anche la condizione. Spero di aver ripagato la fiducia dell’allenatore quando mi ha fatto giocare. Sono stato anche agevolato ad arrivare in un momento favorevole della stagione del Venezia, ma fin dalla prima partita che ho visto mi sono accorto di essere arrivato in un gruppo fantastico, in una squadra che gioca anche un bel calcio per essere in Serie B. Al Venezia si può fare qualcosa di importante. Non sono ancora al 100% perché vorrei dare di più, ma sto lavorando molto bene e sto ritrovando le mie sensazioni».

Un campionato condizionato dalle tante partite rinviate, una classifica virtuale che si deve analizzare con moderazione, anche se il sesto posto del Venezia è tangibile. «La classifica è molto concentrata, non bisogna guardare troppo oltre all’obiettivo primario della società, che è quello di garantirsi la permanenza in Serie B e pensare adesso a staccare le ultime cinque squadre della graduatoria. Se poi, tra qualche settimana, ci ritroveremo nella stessa posizione, proveremo a conservarla. Sarebbe ingenuo non farlo».

Non avendo giocato a Carpi, è facile che Inzaghi riproponga Frey, autore tra l’altro dell’assist per il raddoppio di Stulac contro la Ternana, sulla fascia destra.

Intanto una rappresentanza del Venezia sarà domani a Firenze ai funerali di Davide Astori, a cominciare dal CEO Andrea Rogg e dal tecnico Filippo Inzaghi. La gara di Carpi, rinviata domenica, potrebbe essere recuperata martedì 3 aprile, due giorni dopo Pasqua e un giorno prima del recupero del turno di Serie A. Quanto alla squadra, ieri un solo allenamento, ma piuttosto lungo, per gli arancioneroverdi: soltanto Falzerano continua a lavorare a parte nel tentativo di recuperare in tempo per la partita con l’Ascoli.

Già aperta infine la prevendita per la gara di sabato contro i bianconeri di Serse Cosmi,

che da lunedì sono in ritiro con 28 giocatori a Villafranca Veronese, dopo l’1-3 casalingo subito con la Salernitana. E’ rimasto ad Ascoli il portiere Ivan Lanni, out per un risentimento muscolare al polpaccio che sarà valutato di giorno in giorno.

Michele Contessa

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro