Quotidiani locali

Vai alla pagina su Venezia Calcio
Domizzi, gol d’autore «Ora vinciamo fuori»

Venezia Calcio

Domizzi, gol d’autore «Ora vinciamo fuori»

Il capitano ci ha preso gusto: con la Ternana sesto sigillo personale

MESTRE. Il capitano ci ha preso gusto. A segno con l’Avellino, a bersaglio con la Ternana, “vittima” prediletta in questa stagione di Maurizio Domizzi che aveva castigato gli umbri già nel match d’andata. Sesta rete con la maglia del Venezia per l’ex giocatore dell’Udinese, tutte decisive. «Niente male, davvero, le mie reti o hanno sbloccato il risultato o l’hanno deciso».

Un anno fa, in Lega Pro, Domizzi ha regalato i tre punti al Venezia nella trasferta di Parma (colpo di testa al 46’ della ripresa su corner di Pederzoli), poi ha sbloccato lo 0-0 di partenza contro il Mantova al “Penzo” (assist di Modolo, gara terminata poi 3-1) e a Teramo (su cross di Falzerano), gara terminata in goleada (4-1) per gli uomini di Pippo Inzaghi. In questo campionato, invece, ha regalato la vittoria a Terni (colpo di testa del 3-2 al 47’ del secondo tempo su corner di Bentivoglio), ha riportato in vantaggio il Venezia contro l’Avellino (rete del 2-1, zampata sotto misura dopo la traversa colpita da Andelkovic) e ha sbloccato il risultato contro la Ternana (colpo di testa su calcio d’angolo di Stulac).

E il Venezia vola con il sesto risultato utile consecutivo, che ha prodotto 14 punti, e la quarta vittoria casalinga di fila. «Sapevamo che contro la Ternana sarebbe stato complicato trovare spazi», ha spiegato Domizzi, «per cui era fondamentale trovare il gol per sbloccare il risultato. Siamo cresciuti molto nelle ultime settimane, in passato ci saremmo fatti prendere dalla frenesia, dal nervosismo. Siamo stati invece tranquilli, cercando di proporre il nostro gioco per trovare prima o poi un varco. E poi sappiamo che il Venezia è in grado di far male sulle palle inattive».

Venezia che ormai si sta avvicinando a grandi passi verso quota 50. «Per come ci stiamo proponendo, vedendo atteggiamento e convinzione, cercheremo di rimanere fino alla fine in questa posizione, sono veramente contento di come ci stiamo esprimendo. Il salto di qualità lo faremo completo quando torneremo a vincere in trasferta, successo che manca da troppo tempo, anche se tra La Spezia e Parma almeno una dovevamo portarla a casa vittoriosamente».

Andando a ritroso, per ritrovare l’ultimo blitz arancioneroverde lontano da Sant’Elena bisogna risalire al 4 novembre quando Pinato e Falzerano rovesciarono il Brescia in zona Cesarini. Nelle successive sette trasferte sono arrivati cinque pareggi, anche su campi importanti come Palermo, La Spezia o Parma, e due sconfitte, a Pescara e Salerno.

Litteri, Firenze, Frey: i nuovi si stanno

inserendo bene. «Hanno portato esperienza e qualità, possiedono caratteristiche diverse da quelle degli altri compagni di reparto e questo ci ha permesso di migliorarci ulteriormente. A Carpi? Domenica ci proveremo ancora, questa vittoria in trasferta deve arrivare prima o dopo».

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro