Quotidiani locali

basket serie c gold 

Caorle, secondo posto nel mirino Il Ciemme vuole suonare la nona

MESTRE. Sme Caorle a caccia del secondo posto, Jesolo per il riscatto e il Ciemme Mestre per allungare a otto le vittorie consecutive. Settima giornata di ritorno di C Gold, metà del girone di...

MESTRE. Sme Caorle a caccia del secondo posto, Jesolo per il riscatto e il Ciemme Mestre per allungare a otto le vittorie consecutive. Settima giornata di ritorno di C Gold, metà del girone di ritorno e in palio ci sono punti che valgono doppio in prospettiva play off.

Il Caorle fa visita stasera al Guerriero Padova (palla a due alle 18, arbitri De Rico di Venezia e Dian di Scorzè) che alla “Domenico Savio” ha ottenuto 12 dei 18 punti in classifica. «Padova ha cambiato da poco l’allenatore, Augusti al posto di Imbimbo e ha integrato in roster nuovamente Bozhenski e Petronio», osserva il coach dello Sme Caorle Nicola Ostan. «Non ci sarà il loro capitano Sabbadin che si è infortunato contro il Mestre, ma dovremo stare molto attenti, hanno bisogno di punti per risalire la classifica. Per quanto ci riguarda siamo pieni di entusiasmo e autostima. Il successo sullo Jesolo è stata una bella risposta alla scialba prestazione di due turni fa contro il Mestre».

Alla stessa ora il Ciemme Mestre è impegnato al PalaTezze di Arzignano dove affronterà il Garcia Moreno (arbitri Cavedon di Marano Vicentino e D’Avanzo di Albignasego) che in casa ha 8/11 ed ha battuto sia Caorle che lo Jesolo. «È un campo particolare come lo è lo stile di gioco di Arzignano», avverte coach Fabio Volpato. «I nostri avversari di oggi sono molto istintivi, capaci di rovesciare il ritmo della gara con il tiro dall’arco. E’ una squadra meno scontata dell’altra, occhio al loro pivot Bolcato che predilige le conclusioni da fuori. Anche se abbiamo vinto sette volte consecutivamente sembra sempre di essere fermi in classifica. C’è un plotone di squadre che mantengono il nostro passo, per noi è fondamentale essere continui».

Sempre alle 18 il Secis Jesolo si gioca il riscatto a Monfalcone per l’aggancio in classifica ai danni dei goriziani (arbitri Rossi di Fogliano Redipuglia e Occhiuzzi di Trieste). Ci sarà il capitano Matteo Maestrello, la sua squalifica da tre è stata ridotta a due giornate ma è ancora sotto giudizio dalla commissione sportiva, quindi è per il momento congelata. «Dobbiamo ritrovare la serenità e la voglia di divertici in campo» spiega l’allenatore jesolano Massimo Guerra «è vero che veniamo da tre sconfitte consecutive ma siamo gli stessi che hanno vinto ad Oderzo. Loro hanno ritrovato Colli e Skerbec che

è il marcatore principe della categoria. Ma non basta solo difendere. Giochiamo a basket, non a palla avvelenata, quindi dobbiamo mettere la palla nel cerchio e oltrepassare quel “50” dal tabellone dei punti che da tre settimane non ci abbandona».

Thomas Maschietto

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro