Quotidiani locali

Stasera Jesolo-Caorle, il “derby delle spiagge”

Basket. Turno infrasettimanale per la serie C Gold. Due squadre in cerca di riscatto dopo una sconfitta

JESOLO. Come nel girone d’andata, il “derby delle spiagge” tra Jesolo e Caorle si gioca di mercoledì per il turno infrasettimanale della Serie C Gold che stasera mette in campo la sesta giornata del girone di ritorno.

L’appuntamento è al Pala Cornaro alle 20,45 (arbitri Bastianel di San Vendemiano e Frigo di Montagnana). Entrambe le compagini litoranee vengono da due sconfitte maturate in maniera diversa. Lo Jesolo ha perso malamente a Trieste evidenziando qualche problema di troppo in attacco, il Caorle è stato stoppato in casa dal Ciemme Mestre dopo una striscia di sette vittorie consecutive.

Derby dal sapore particolare per il capitano caorlotto Matteo Rubin che in passato ha giocato con Stefano “Charlie” Teso, oggi vicepresidente del Secis Jesolo, e Nicola Ruffo nello JesoloSandonà.

«In effetti la sfida in programma stasera la sento un po’ mia» spiega Matteo Rubin, guardia del Caorle «giocherò nuovamente al Cornaro, un palazzetto che mi ha dato tante gioie in fatto di campionati vinti. Che derby sarà? Spero divertente, noi dovremo essere bravi a imporre il nostro gioco, aggressivi in difesa e in attacco magari non spettacolari ma concreti. Spero che sia una serata di bella pallacanestro anche per chi ci viene a vedere».

In casa Secis Nicola Ruffo non nasconde un po’ di delusione per come stanno andando le cose. «In difesa ci siamo, ma è in attacco che non riusciamo a fare canestro. Contro il Caorle ci serve una vittoria per dare un segnale a noi stessi più che alle avversarie» avverte Ruffo, ex di turno come lo è Zatta. «All’andata abbiamo perso nei secondi finali lasciando lì da loro due punti preziosi, speriamo di non arrenderci subito quando sentiamo le mani addosso degli avversari».

L’attacco dello Jesolo si è fermato nelle ultime due gare di campionato a 50 punti sul tabellone, sia contro il Mestre che a Trieste. In terra giuliana ha segnato appena un punto nei 6’ decisivi tra terzo ed ultimo quarto. «Non vedo l’ora di giocare questo derby» dice la guardia mestrina Davide Bovo, il terzo migliore realizzatore del girone Veneto della C Gold, «sarà decisivo per la stagione di tutte e due le squadre. Noi puntiamo a riscattarci dopo le due sconfitte consecutive che ci hanno fatto un po’ uscire dai binari che stavamo prendendo verso i piani

alti della classifica. Visto i nomi che scenderanno sul parquet il tasso tecnico sarà molto alto. Allo stesso tempo l’esito finale dipenderà anche dai piccoli dettagli e dagli accorgimenti tecnici che verranno fatti prima e nel corso della partita».

Thomas Maschietto

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro