Quotidiani locali

De Raffaele è il “coach dell’anno”

Basket. Consegnati ieri premi “Reverberi”. Rinnovato l’accordo con l’Erreà

MESTRE . La macchina del tempo è ritornata indietro per una sera, al 20 giugno dell’anno scorso, quando la Reyer ha conquistato il terzo scudetto della sua storia. Tanti applausi, ieri, a Quattro Castella, in provincia di Reggio Emilia, per Walter De Raffaele e Federico Casarin, protagonisti sul palco della XXXII^ edizione del premio “Reverberi-Oscar del Basket”.

Al tecnico della Reyer è stato consegnato il premio come “allenatore dell’anno”, ricevendo un plebiscito nella votazione, al presidente granata è andato invece il premio “Alla carriera”.

«Questo riconoscimento mi onora, ma lo condivido con il club, lo staff e i giocatori» ha detto De Raffaele, «e mi gratifica di tanti anni di lavoro».

Federico Casarin ha portato anche la coppa assegnata ai campioni d’Italia sul palco, ed ha risposto a chi chiedeva informazioni sull'impianto. «Il palasport? Abbiamo avuto il via libera dal consiglio comunale per poter iniziare un percorso di progettazione di un nuovo impianto che sorgerà, speriamo, nell’area dei Pili, che è proprietà di Umana. Venezia ha la necessità di avere un contenitore importante per lo sport e per la città».

Durante la cerimonia è arrivato anche un video di saluto di Kobe Bryant. Prima tappa del viaggio in Emilia, al mattino, a San Polo di Torrile (Parma), dove Casarin, presidente dell’Umana Reyer, e Angelo

Gandolfi, presidente di Erreà Sport, hanno firmato il rinnovo del contratto per la sponsorizzazione tecnica fino alla stagione 2021-2022. Quindi altri quattro anni insieme che porteranno a undici le annate sportive di collaborazione, iniziata nell’estate del 2011. (m.c.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro