Quotidiani locali

Cucchi, l’ex “ingrato” realizza 16 punti Mestre vince a Caorle

Serie C Gold. Sue le triple decisive nel finale tiratissimo Altri quattro biancorossi in doppia cifra. Lo Sme affonda

CAORLE. Altro che semplice ex! Luca Cucchi gioca un derby da favola contro la squadra che lo lanciò in C Gold tre anni fa. E segna i canestri decisivi nell’ultimo quarto, quando Caorle sembrava poter rimontare con le triple di Bovolenta fino al – 5 litoraneo, 62-67, a 4’54” dalla fine. Il Ciemme Mestre allunga a sei vittorie consecutive la sua striscia e ferma a sette quella dello Sme.

Due quintetti in salute, quello di Fabio Volpato qualcosa in più, perché l’innesto di Infanti oltre che salutare è stato decisivo per la quadratura offensiva. E poi i giocatori mestrini hanno il fuoco dentro come se la posizione in classifica gridasse vendetta. Dopo 1’54” di gioco Bei in contropiede segna il 6-3, segnale che nella serata caorlotta molto saranno le palle perse da una parte e dall’altra, qualche contropiede non concretizzato e parecchie le volte in cui la sirena dei 24 secondi ha suonato dal tavolo. Ospiti a + 6 (16-10) con due liberi di Infanti a 3’32” dal 10’ Masocco mette a posto tutto con cinque punti di fila (17-18). Poi c’è il Boaro dei miracoli. Grazie alla fasciatura alla mano sinistra infortunata fatta dal preparatore atletico dei Grifoni Costantino Schiavinato il play maker di Montebelluna piazza una tripla dietro l’altra, come nove giorni fa a Jesolo.

Partita bellissima, Caorle raggiunge supera Mestre e vola sul + 4 con Bianchini (32-28) a 5’31” dal lungo intervallo. Dopo 1’13” del secondo tempo Bovolenta dalla distanza e Bianchini piazzano il break per il + 6 (43-37), ma i conti con Boaro vanno sempre fatti se gli dai un centimetro dall’arco (44-45). Ecco Luca Cucchi che segna quattro punti e dal 47-47 il Ciemme vola a + 4 (51-47). Infanti dall’arco il + 6 (55-49) a 2’36” dal 30’. Cucchi diventa

un fattore nel finale con le triple del 64-56 e del massimo vantaggio, + 12, 75-63 a 3’55” dalla fine. “Dai che andiamo” urla Infanti rientrando in spogliatoio e coach Fabio Volpato esprime tutta la sua gioia abbracciando teneramente la moglie Lucia.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro