Quotidiani locali

Monologo San Donà: 51-0 alla Lazio

Rugby Eccellenza. Partita senza storia al “Pacifici”. Momento magico per il XV di Ansell ora catapultato in zona playoff

SAN DONÀ. Improvvisa, inattesa, calda, l’estate piomba sul “Pacifici” in un grigio pomeriggio di febbraio destinato ad essere ricordato a lungo in riva al Piave: la Lafert ha appena finito di passeggiare allegramente sulle controfigure della Lazio, quando radiorugby comunica la contemporanea sconfitta casalinga di Viadana e Fiamme Oro, con i ragazzi di Ansell catapultati da soli al quarto posto a respirare finalmente un po’ di quell’aria così piacevolmente frizzante tipica dei playoff. Una congiuntura imprevedibile che rende ora la vigilia della finale del Trofeo Eccellenza carica di buoni presagi, in attesa di tornare a far immediatamente punti in campionato per consolidare il traguardo così faticosamente raggiunto.

Inizio con il piede affondato sull’acceleratore per San Donà, che tiene costantemente il possesso cercando subito la marcatura: la Lazio tenta una timida difesa ma ritmo e fisicità venete sono fuori portata e al 3’ Schiabel vola in bandierina per il parziale di 5-0. Gli ospiti non ci stanno e stringono il perimetro attorno ai propri raggruppamenti, con trincea sandonatese messa a dura prova fino al doppio giallo per rissa che sblocca la situazione. Al 26’ Calandro è impreciso dalla piazzola, sulla ripresa i trequarti di casa si infiammano innescati da Schiabel che batte due avversari in accelerazione costruendo la quasi-meta di Vian. Ne nasce un fallo a terra dei laziali, Van Zyl va per il penalty e il tabellone si aggiorna sull’8-0.

La panchina scuote i giocatori a dare di più e il feedback è immediato: un break centrale condito da due offload e l’ovale capita a capitan Vian che pesta sulle gambe e vola sull’out di destra per la meta del 13-0 al minuto 34. La frazione scivola verso la pausa con Lafert in attacco e meta non assegnata proprio per un avanti millimetrico prima del tocco.

Al rientro San Donà con Ambrosini all’apertura per Reeves: al 5’ rimessa laterale sui cinque metri, Van Vuren suona la carica sotto i pali e Crosato raccoglie e schiaccia per il 20-0. La Lazio non sa più da che parte girarsi e dopo nemmeno due minuti subisce ancora l’urto degli avanti, concretizzato da Bauer nella meta del 25-0 con relativo bonus offensivo. Le geometrie di Ambrosini danno ordine alla squadra, che cerca e trova con continuità i tanti punti deboli degli avversari mandando a referto al 54’ anche il quinto sigillo a firma Catelan. Il match è un noioso

assolo senza avversari, con i giocatori di casa a divertirsi palla in mano: al 65’segna Iovu, al 74’ il neo-entrato Gianluca Vian e al 40’ Falsaperla per il 51-0 che introduce nel migliore dei modi la settimana della finale del Trofeo Eccellenza.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro