Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Il giudice squalifica per un turno Biondo e Ferrarese del Noventa

MARGHERA . In Promozione sono stati squalificati due giocatori del Noventa. Il giudice sportivo ha fermato per due giornate Andrea Biondo, mentre un turno di stop è stato inflitto ad Alberto...

MARGHERA . In Promozione sono stati squalificati due giocatori del Noventa. Il giudice sportivo ha fermato per due giornate Andrea Biondo, mentre un turno di stop è stato inflitto ad Alberto Ferrarese. Ecco le altre decisioni. Promozione: oltre ai due giocatori del Noventa, sono stati squalificati per un turno Alessandro Dei Rossi (Portogruaro) e Mattia Marangon (Unione Graticolato). Fino al 12 febbraio è stato squalificato anche l’allenatore del Dolo, Bruno Pistolato. Prima Categoria: una giornata a Matteo Cacco (Città di Mira), Francesco Zanon (Ballò Scaltenigo), Sebastiano Visentin (Calcio Marcon), Andrea Madiotto (Julia Sagittaria), Thomas Stefanello (Mellaredo), Christian Bovolato e Carlo Da Col (Ponte Crepaldo Eraclea), Matteo Campigotto e Marco Carrer (Zianigo). Da segnalare che in Terza Categoria è stato squalificato per tre giornate Tommaso Scroccaro, giocatore dell’Altobello Aleardi Barche, «per aver colpito un avversario con calci e spinte in reazione a un fallo subito». Comunicate anche le decisioni del giudice sportivo relative alle gare del Trofeo Regione Veneto. Un’ammenda di 60 euro è stata inflitta allo Jesolo.

Variazione. Nel girone E di Prima Categoria, la sfida tra Zianigo e Campetra si giocherà sul campo di Scaltenigo di Mirano.

Recupero. Sfruttando la pausa dei campionati dilettantistici, è stata fissata per domenica 18 febbraio, con inizio alle 14.30, la ripetizione della gara Annonese - Libertas Ceggia, valida per il girone O di Seconda Categoria. Terminata sul campo 2-3, la gara non è stata omologata dal giudice sportivo per un errore tecnico commesso dall’arbitro in occasione di un rigore battuto dall'Annonese, parato dal portiere e ribadito in rete dallo stesso giocatore che lo aveva calciato. (g.monf.)