Quotidiani locali

Bc Jesolo allo sprint passa a Oderzo e può fare festa

Serie C Gold. Una vittoria molto sofferta ma meritata In grande evidenza i cecchini Matteo Maestrello e Zatta

ODERZO. Da dove cominciare. Dalla super difesa di Davide Bovo che resta appiccicato su Valesin quando tenta di concludere da tre a 11 secondi dalla fine sul +3 per lo Jesolo (74-71). Dai canestri in sequenza di uno splendido Zatta che sono valsi il +4 (72-68) a 1’26 dalla fine, oppure dal libero della certezza di Andrea Delle Monache (75-71) dopo il precedente 1/6 dalla lunetta sempre nell’ultimo quarto. C’è solo l’imbarazzo della scelta.

I litoranei sono sempre stati in vantaggio fino a 1’30 dal termine del terzo quarto. Momento in cui Colamarino con tre bombe di fila in uscita dai blocchi porta Oderzo dal –4 (50-54) al +4 (59-55) del 30’. Matteo Maestrello alza il braccio e chiede scusa per non aver difeso sull’ultima conclusione del cecchino pordenonese dalla mano morbida ed educata. Il capitano dello Jesolo si rifarà in attacco nel finale da chiudere gli occhi e aspettare che finisca per non rischiare le coronarie. Maestrello a 23 secondi dalla fine sul +1 Secis (72-71) gioca l’uno contro uno, va in elevazione, resta in cielo per un po’ e con il suo classico modo di tirare, via la mano sinistra dal pallone e tiro a canestro solo con il palmo della destra realizza il +4 (74-71). «Ha segnato Claudio quel canestro» dice a fine gara un commosso “Mays”. Claudio è Claudio Marigo tifoso storico dello Jesolo scomparso qualche tempo fa, presente nel vittorioso pomeriggio di maggio.

Bellissimo Jesolo nel primo tempo con Grinius in formato Rokas, pardon “roccia” come vuole il suo nome di battesimo in lituano. È subito 9-2 jesolano con due volte Bovo a canestro, una Grinius e una tripla di Maestrello senior. Oderzo non ci capisce niente né in difesa tantomeno in attacco e Delle Monache segna il +9 (19-10) a 1’32 dal 10’. Sempre Bovo segna il +11

dalla lunetta (36-25) a 4’43 dagli spogliatoi, è uno Jesolo bellissimo da vedere. Colamarino inizia il suo personale spettacolo dai 6,75 per il -5 (31-36) a 4’02 dal 20’. A 4’24 dal 30’ è a +8 (46-54), la trance agonistica di Colamarino riapre tutto.

Thomas Maschietto

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori