Quotidiani locali

rugby serie b 

La meta tecnica fa sognare Mirano ma i caimani sono più voraci

CASALE. L’ha spuntata il Casale contro il Mirano (35-24), ma alla fine la terza della classe ha dovuto penare, e parecchio, contro il XV allenato da Alberto Bartolini, tanto che gli 11 punti di...

CASALE. L’ha spuntata il Casale contro il Mirano (35-24), ma alla fine la terza della classe ha dovuto penare, e parecchio, contro il XV allenato da Alberto Bartolini, tanto che gli 11 punti di distacco a conti fatti paiono una punizione eccessiva per i bianconeri che tra l’altro avevano chiuso il tempo in vantaggio (9-14), in virtù anche di un pacchetto di mischia superiore nella maggior parte degli scontri diretti.

Il Mirano aveva iniziato la gara alla grande, vedendosi assegnare una meta tecnica al 21’ del primo tempo. Poi due piazzati di Meneghello che permettono al Casale di riportarsi sotto (6-7), con i bianconeri che però prima del riposo vanno di nuovo in meta e, in apertura di secondo tempo, allungano a +8 grazie al piazzato di Masaro. A questo punto i caimani si scatenano: all’8’ Lila va in meta e la musica cambia. I biancorossi non solo recuperano il gap, ma anzi scavano

un profondo solco tra loro e gli uomini di Bartolini. Nel finale (40’) la meta di Compagno trasformata da Masaro fissa il punteggio sul definitivo 35-24. Ora sosta di campionato, si torna tra due settimane con la sfida del Comunale contro la cadetta del Mogliano. (m.t.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori