Quotidiani locali

scherma 

Beatrice Dalla Vecchia «Scuola e pedana, è il mio anno»

NOALE . Nuovi equilibri da trovare dopo il trasferimento a Napoli, impegni triplicati anche per gli allenamenti con le ragazze della squadra “assoluta”, e intanto tre volte sul podio in Coppa del...

NOALE . Nuovi equilibri da trovare dopo il trasferimento a Napoli, impegni triplicati anche per gli allenamenti con le ragazze della squadra “assoluta”, e intanto tre volte sul podio in Coppa del Mondo Under 20 nel corso della stagione fin qui disputata. La rivoluzione di Beatrice Dalla Vecchia è cominciata sul finire dell’estate scorsa e sta proseguendo con nuovi obiettivi. La sciabolatrice di Noale ha infatti deciso di cambiare tutto: sala per gli allenamenti, scuola e città, trasferendosi da Mirano a Napoli in cerca di nuove sfide, lontano dalla famiglia e dagli amici di tutti i giorni. Lasciata l’Officina per la Champ Napoli, non è stato affatto facile prendere le misure alla nuova realtà a 360 gradi.

«Sta andando tutto bene», conferma Beatrice Dalla Vecchia, «ma è vero, non è stato facile ambientarmi perché non sapevo nulla di ciò che avrei trovato, dove era la scuola e neppure la sala di scherma, ma alla fine sono riuscita ad adattarmi in fretta. Tutti mi hanno fatto sentire a mio agio, mi alleno ogni giorno con grande intensità, facendo anche la ginnastica posturale, e conciliare l’anno della maturità scolastica con tutto questo non è affatto una passeggiata. Devo capire come organizzare meglio gli impegni a scuola, visto che sto perdendo molti giorni tra allenamenti in sala o con le ragazze della categoria assoluta, e ovviamente le gare in Italia e all’estero. La famiglia manca molto, non è semplice, ma se voglio crescere ancora questo è un passaggio importante». Però, tra qualche alto e basso, intanto sono già arrivati tre podi internazionali. «La prima parte di stagione mi ha soddisfatta, non mi aspettavo di raggiungere determinati obiettivi, come la finale poi persa a Plovdiv in Bulgaria a livello individuale, e poi a squadre il secondo posto a Budapest (Ungheria) e il terzo di domenica scorsa a Segovia (Spagna)», prosegue Beatrice Dalla Vecchia, «altre gare sono andate un po’ peggio ma ne sono uscita più forte. So dove ho sbagliato e cerco di migliorarmi dalle sconfitte, anche se sono sempre state 15-14, non ho mai perso nettamente».

I prossimi obiettivi saranno importantissimi. «Intanto vorrei disputare

una bella gara ad Algeri in Coppa del Mondo», conclude la sciabolatrice di Noale, «perché poi si passerà ad Europei e Mondiali Under 20. Stiamo lavorando tantissimo con uno sguardo al futuro, specie al prossimo anno che sarà molto importante per me».

Simone Bianchi

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon