Quotidiani locali

Calcio, serie B. Litteri: «Venezia, pronto anche subito»

L’attaccante siciliano felice per il trasferimento in laguna: «Vicino a Inzaghi potrò imparare e migliorare»

MESTRE . Carico, è bello carico, Gianluca Litteri, pronto a rituffarsi nella mischia sabato pomeriggio contro il Cesena. Nuova maglia, quella arancioneroverde del Venezia, primo allenamento slittato a oggi in quanto il nuovo centravanti di Inzaghi ha dovuto rinviare l’arrivo al Taliercio per motivi personali. Lo aveva cercato anche il Foggia, poi è arrivata la telefonata di Pippo Inzaghi. «Sono felice di poter essere allenato da uno dei più grandi attaccanti italiani. Da lui posso solo imparare, migliorare, capire tante cose su come deve fare un attaccante. Sarà uno stimolo in più».


Ad Ascoli, sabato scorso Litteri non ha giocato. «Sì, non ho giocato per un piccolo infortunio, nulla di importante, visto che sono qui... E posso garantire che sono pronto, allenato. Il tecnico deciderà se utilizzarmi, io comunque sono a disposizione».Cittadella-Litteri sembrava un binomio indissolubile. «Da qualche settimana avevo il sentore che avrei anche potuto cambiare squadra a gennaio» racconta Litteri «il rapporto era cambiato con il direttore e l’allenatore, principalmente per colpa mia. Sono arrivate le offerte, ci siamo lasciati in assoluta tranquillità, anche perché Cittadella mi ha dato tanto in questi anni, io avrei potuto fare di più in questo campionato. Ho vissuto però stagioni molto importanti e se ho attirato le attenzioni del Venezia, e non solo, è per quanto ho fatto a Cittadella».

Il Venezia non sta attraversando un periodo felice, cinque punti conquistati nelle ultime otto partite, ma Gianluca Litteri rimane in Veneto, avendo giocato anche a Treviso e Vicenza. «Questa è un po’ la mia regione adottiva, conosco il dialetto, mi sono sempre trovato bene. Ho visto la partita di Salerno, in pratica due partite in una: io sono abituato a guardare il lato positivo, quindi mi tengo stretta la prestazione del secondo tempo giocato all’Arechi. Inoltre il Venezia poteva tranquillamente vincere alcune delle partite che ha pareggiato e quindi trovarsi più in alto in classifica».

leggi anche:


Al Venezia ritrova Leandro Rinaudo. «È stato mio compagno di squadra quando sono arrivato alla Virtus Entella, sarà un bel punto di appoggio visto che mi conosce bene».

Un bel giro d’Italia per Gianluca Litteri, compreso un viaggio in Repubblica Ceca allo Slavia Praga, appena uscito dal settore giovanile dell’Inter dove ha giocato con Balotelli e Destro. «Ho avuto questa opportunità di andare a Praga, purtroppo mi sono infortunato al ginocchio, giocando solo una manciata di partite, ma è stata un’esperienza positiva». Anche perché nel suo personale palmarès compare il titolo nazionale vinto con lo Slavia. Sabato il Venezia prova a interrompere la striscia negativa con l’ultimo successo che risale al 12 novembre al Penzo contro il Perugia. «Ci aspettano due partite casalinghe contro Cesena e Bari» osserva Gianluca Litteri, «è fondamentale ritornare a fare punti, ancora di più giocando in casa, davanti ai nostri tifosi».

 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon