Quotidiani locali

Dordit regala tre punti al Martellago

Il Porto Viro si arrende, cerca il pareggio ma trova solo un gol con Vianello

PORTO VIRO. Una limpida giornata invernale accoglie la sfida tra Porto Viro e Real Martellago.

Prima di iniziare, l’arbitro fa osservare un minuto di silenzio per la recente scomparsa del grande tifoso portovirese, Adriano Ferro. Commossi, i tifosi delle brigate intonano il coro: “Adriano uno di noi!”. Il Porto Viro parte subito con una combattiva insistenza. Ma una svista eclatante della difesa, che lascia smarcati due attaccanti avversari, porta alla rete del Martellago al 9’ con Dordit. E poco dopo arriva il raddoppio, al 15’ sempre con Dordit, che supera il portiere e con un diagonale preciso, indirizza in rete, dopo un fallo non fischiato a centrocampo e un fuorigioco ignorato. I gialloblù reagiscono al 18’ con un tiro di Garbin che esce di poco. Pioggia di critiche sulla condotta dell’arbitro. Intanto il Porto Viro si riorganizza e imposta alcune interessanti azioni. Il gioco tuttavia non soddisfa l’allenatore, che interviene alzando il baricentro della squadra. Insiste l’attacco portovirese e l’arbitro ignora un altro fallo ai danni dei gialloblù, quindi al 38’ arriva l’occasione per Poncina che scarica un tiro potente, respinto però da Pezzato. Occasione per Greggio al 42’ che prova a tirare al volo a porta vuota, ma svirgola e non colpisce la palla. L’arbitro assegna 3’ di recupero. Il fischio arriva proprio durante un’azione portovirese in area del Martellago.

Nel secondo tempo è il Porto Viro ad attaccare subito. Nonostante qualche ripartenza avversaria, l’assedio portovirese è pressante. Garbi viene servito in area al 7’, ma non riesce a tirare. La riscossa portovirese arriva al 16’ con una punizione battuta perfettamente da Alessandro Vianello, che segna un 2-1 che accorcia le distanze. Proseguono tuttavia le proteste della tifoseria portovirese per le imprecisioni arbitrali. Indirizzato verso la porta, Garbi non aggancia la palla al 38’ su passaggio del compagno.

Le squadre

si danno battaglia fino a tutto il tempo regolamentare. Quindi l’arbitro concede 5’ di recupero. La partita si conclude con la vittoria del Martellago che, nonostante la ripresa dei gialloblù, era già stata decisa già nei primi minuti di gioco.

Enrico Bonafè



TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon