Quotidiani locali

La Calvi d’emergenza batte l’ex regina Vecomp

I noalesi rivoluzionati da Pianu resistono all’attacco “monstre” veronese e passano su autorete

NOALE. Colpaccio della Calvi Noale che vince contro la capolista Virtus Vecomp Verona con un’autorete nella ripresa e si rilancia nella corsa salvezza.

Successo alla fine fortunato e meritato per la grinta e la determinazione messa in campo dall’undici di William Pianu, ma anche per l’organizzazione tattica che ha fatto in modo di concedere poco o nulla ai primi della classe, che arrivavano a Noale con un attacco “monstre”, rimasto invece a secco e pericoloso solo in un paio di occasioni.

La Calvi dopo il pareggio di Montebelluna torna al comunale dove non vince da sette turni con sei sconfitte e un solo pareggio. Rispetto alla formazione di una settimana fa Pianu recupera lo squalificato Griggio, che però parte dalla panchina, e gli infortunati Calcagnotto e Baldrocco, il primo al centro della difesa con Toso. Al rientro dopo tre mesi di stop anche il giovane Fiorica, alla fine tra i più positivi del match.

Gli avversari invece in formazione tipo, schierano le due punte Manarin e Danti a segno in diciannove occasioni, nemici numeri uno per il reparto difensivo casalingo. Al fischio d’inizio il primo assalto è portato dalla Calvi con Tonani che insidia la porta di Sibi, ma già al 7’Goh ci prova di testa e la palla scorre di un soffio a lato della porta di Fortin.

La capolista comincia ad aumentare i giri in attacco e porta alla conclusione in pochi minuti i suoi avanti. Al 14’Manarin sfiora il palo, poi al 16’Danti dalla sinistra impegna Fortin, sulle respinta il più lesto è Burato che però conclude fuori. Al 29’la Virtus perde uno dei suoi attaccanti più intraprendenti. Danti parte in dribbling, ma poi si accascia dolorante per un presunto stiramento alla coscia della gamba sinistra: costretto ad uscire in barella, al suo posto Grbac.

Gli ospiti sembrano disorientati e allora prima del termine del tempo i più pericolosi sono i noalesi con Vianello che al 43’mette in mezzo e Sibi in uscita perde palla ma nessuno ne approfitta.

Nel secondo tempo il Vecomp alza il baricentro e al 5’Goh penetra sulla sinistra ma conclude di un niente a lato. Ma l’opportunità migliore arriva al 19’: Calcagnotto perde palla sulla pressione di Manarin, il quale parte solitario contro Fortin, bravo però a salvare in uscita. Al 25’ci prova Grbac ma Fortin blocca.

La Calvi prova a reagire e al 26’Tonani impegna Sibi in corner. Al 29’ Franciosi trova lo spiraglio in area per Zender che arriva sul fondo mettendo un pallone al centro insidioso che la difesa salva in calcio d’angolo.

È il preludio al gol quando al 30’Maccarone per anticipare Baldrocco tocca di testa per Sibi che è però fuori dai
pali. Il pallone scavalca il portiere che non ci arriva. È il gol partita perché l’ormai ex capolista non trova più nessun varco di fronte al centrocampo noalese rinforzato dall’ingresso di Griggio e deve anche preoccuparsi delle ripartenze di Baldrocco.

Alessandro Torre

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PUBBLICARE UN LIBRO

Sconti sulla stampa e opportunità per gli scrittori