Quotidiani locali

Da Busato a Broggiò, Gaggio e Costantini il 2017 da incorniciare del karate veneziano

VENEZIA. Il karate, l’arte marziale che ha avuto il placet del Cio per essere inserito tra le discipline olimpiche e che nel 2020 esordirà alle Olimpiadi di Tokyo, in Italia è rappresentato dalla...

VENEZIA. Il karate, l’arte marziale che ha avuto il placet del Cio per essere inserito tra le discipline olimpiche e che nel 2020 esordirà alle Olimpiadi di Tokyo, in Italia è rappresentato dalla Fijlkam (Federazione italiana judo lotta karate arti marziali), unica sigla che a sua volta è affiliata alla World Karate Federation.

Nell’elenco delle federazioni del Coni è al decimo posto come numero di tesserati in Italia, ed in provincia di Venezia conta per il solo settore karate 21 società con circa un migliaio di tesserati agonisti e sessanta insegnanti tecnici. Per il karate veneziano il 2017 che si è appena concluso è da archiviare con ottimi risultati ed altrettante buono prospettive per il 2018. Passiamo ora ad analizzare più in dettaglio il percorso dell’annata appena trascorsa.

In gennaio il sandonatese Giosuè Erissini viene confermato alla guida del comitato regionale della Fijlkam per il terzo mandato consecutivo. Mattia Busato, di Martellago, conquista l’oro a squadre nel kata alla Premiere League a Parigi, mentre ai Campionati italiani il quindicenne Sathya Zuin del Karate Borbiago conquista il titolo nei cadetti +76 kg.

In febbraio viene nominato delegato responsabile della Fijlkam veneziana il mestrino Alessandro Sette e per il settore karate Donatella Maneo. A Grantorto nel trofeo regionale Shiro Ryu i giovani veneziani conquistano cinque medaglie d’oro. In marzo al trofeo Lis Karate di Monselice bottino notevole con ben 9 medaglie d’oro, 17 d’argento e 14 di bronzo ed arriva una ventata internazionale con la campionessa colombiana Stella Urango Martinez che inizia ad allenarsi nelle palestre del Veneziano.

In aprile ancora Mattia Busato gareggia a Dubai conquista ndol’oro a squadre ed il bronzo individuale; mentre a Riccione primo posto per Nicolò Gaggio ed agli assoluti di Ostia Lido Greta Leandri, della Asi Karate Vvneto, si classifica al terzo posto nei 61 kg. In maggio i Campionati Europei disputatisi in Turchia portano ancora un argento per Mattia Busato nel kata a squadre ed un bronzo nell’individuale. Poi il campione veneziano si reca all’ambasciata italiana di Washington per rappresentare lo sport italiano insieme ad altre eccellenze azzurre.

A Follonica oro per Nicolò Gaggio (Karate Venezia). In giugno Michelle Risso è in finale al Trofeo Coni mentre in luglio la già campionessa mondiale Sara Cardin, trevigiana, rinnova il contratto di sponsorizzazione con la Lis dell’imprenditore veneziano Alessandro Sette (azienda Lavoro In Sicurezza). Quindi il solito Mattia Busato partecipa ai World Games a Wroclaw (in Polonia). Ad agosto ancora oro per Nicolò Gaggio nel Lignano Open.

Settembre si apre con la kermesse di 800 insegnanti tecnici a Caorle per un supercorso di aggiornamento, mentre a Ponte di Piave, nella Marca Trevigiana, sette giovanissimi atleti veneziani salgono sul primo gradino del podio conquistando il diritto di partecipare agli assoluti di Ostia. A Mestre ritorna ad allenarsi la campionessa colombiana Stella Urango Martinez prima di proseguire il tour europeo. Ad ottobre arrivano due bronzi ai Campionati italiani con Matteo Zambon nei 57 kg ed Andrea Broggiò nei 63 kg. Poi nel Trofeo Lis, stavolta a Ponte di Piave, i neroverdi conquistano ben 13 medaglie d’oro. Alla polisportiva Terraglio per la Champion Training arriva la numero uno al mondo, l’ucraina Anzhelika Terliuga.

In novembre ad Ostia Nicolò Gaggio (Karate Venezia) conquista il titolo italiano negli Esordienti 75 kg. ed a Caorle si disputa la manifestazione internazionale Venice Cup con un argento e quattro bronzi. Ad Okinawa (in Giappone) Mattia Busato conquista la settima posizione. Dicembre si apre con la manifestazione giovanile a Caltana, con le convocazioni di Broggiò e Zambon per uno stage nazionale a Ostia, e con la medaglia d’oro
di Sabrina Costantini della Polisportiva Terraglio agli Open di Campania.

Dicembre e l’anno si chiudono infine con il raduno nelle palestre della Polisportiva Terraglio del centro tecnico provinciale, al quale ha presenziato la campionessa Stella Urango Martinez.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik