Quotidiani locali

Martellago, Piovesan nuovo tecnico

Calcio Eccellenza. Carrer esonerato dopo lo 0-4 rimediato contro il Liapiave

MARTELLAGO. Domenica scorsa il Liapiave ha interrotto il cammino da allenatore del Real Martellago (Eccellenza girone B) di Matteo Carrer. Con un passato nel Liapiave arriva il suo successore, Albino Piovesan, che ieri ha incontrato i ragazzi gialloblù e diretto il primo allenamento.

Fatale a Carrer lo 0-4 rimediato tre giorni fa con la squadra di San Polo di Piave nell’ultima di andata, e lunedì sera gli è stato comunicato l’esonero. Che il poker subito non fosse una sconfitta come tante altre, lo si era capito già al triplice fischio; facce cupe, disorientate, rabbia per aver visto un secondo tempo arrendevole e una classifica che ha preso una piega non proprio incoraggiante e ora è a ridosso della zona calda. Nelle ultime sei giornate, il Real Martellago ha vinto solo con la Pievigina in casa, a cui si aggiungono un pareggio e quattro sconfitte. Vero è che in estate c’è stata una mezza rivoluzione, con Carrer promosso da vice ad allenatore dopo l’addio di Matteo Vianello ma la società si aspettava qualcosa di più degli attuali 19 punti. «Pensiamo di avere un’ottima squadra» spiega il presidente Claudio Franzoi «e dopo i risultati recenti è arrivata questa scelta. Il gruppo è mancato, da due mesi le cose sono mutate pur avendo fatto delle buone gare in precedenza». Dopo lo 0-4 di domenica, ci sono state varie telefonate tra i vertici della società, lunedì il direttore sportivo Livio Glerean ha parlato con Piovesan e si è giunti alla decisione di esonerare Carrer con effetto immediato.

«Sono amareggiato e deluso» spiega l’ormai ex allenatore «e ammetto che non me l’aspettavo. Il secondo tempo di domenica non è stato positivo ma ci sono pure le giornate precedenti. Certo, la classifica rispecchia quanto fatto, dove ci è mancata la continuità. L’allenatore paga ma tutto può tornare utile se preso nel modo giusto».

Ora Piovesan ha tempo meno di venti giorni per sistemare la squadra; il torneo rimarrà fermo sino al 7 gennaio per la pausa natalizia e le tre settimane serviranno non solo per conoscere la rosa ma per capire cosa non è andato. «Porterò il mio entusiasmo nel voler ricominciare e la passione» dice Piovesan «ed è la prima volta che subentro a campionato in corso. Non è sempre tutta colpa del tecnico, dei giocatori non avranno
reso al meglio e dovrò analizzare quest’aspetto. La società è ambiziosa, ha fatto bene nel recente passato, non mi ha chiesto la luna ma solo di lavorare in modo sereno». Piovesan debutterà in gara ufficiale contro il Borgoricco nella prima di ritorno.

Alessandro Ragazzo

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro