Quotidiani locali

Vai alla pagina su Venezia Calcio
Bentivoglio: «Per fortuna si va subito in campo»

Venezia Calcio

Bentivoglio: «Per fortuna si va subito in campo»

Calcio Serie B. Il centrocampista piemontese archivia la partita di Foggia «Grande rispetto per la Cremonese, ma domani troverà un Venezia arrabbiato»

MESTRE . Sembra la riedizione dell’ultima Supercoppa di Lega per il Venezia, prima il Foggia, domani sera la Cremonese. Ma adesso è Serie B, in palio tre punti preziosi per rimanere in zona playoff e interrompere la striscia di cinque partite senza quella vittoria che manca dalla partita contro il Perugia (12 novembre). «Per fortuna torniamo a giocare subito, senza trascorrere una settimana intera a rimuginare su quanto è accaduto a Foggia» sottolinea Simone Bentivoglio, autore su calcio di punizione del gol che la scorsa primavera permise al Venezia di espugnare (2-1) lo “Zini” in Supercoppa di Lega, «io e Soligo siamo rimasti a guardarci in faccia senza proferire parola fino alle 4 di notte, venerdì rientrati in albergo. Tante volte, da ultimo a Brescia, siamo stati noi a rovesciare il trend di una partita alla fine, contro il Foggia è toccato al Venezia. Ed è la prima volta che succede». Al di là del risultato, la squadra di Inzaghi vuole ripartire dalla prestazione offerta allo “Zaccheria”. «Sono d’accordo con chi ha detto che il Venezia a Foggia ha disputato una delle migliori partite stagionali, se non la migliore in assoluto, per qualità del gioco e delle occasioni create, per l’intelligenza con cui avevamo giocato in un ambiente difficile. Non dovevamo abbassarci troppo nel finale, andare in troppi sotto la linea del pallone, forse l’assenza di vittorie nell’ultimo periodo ci ha fatto venire un po’di timore in più, la partita è girata quando nessuno di noi aveva la minima sensazione che potesse accadere, avevamo il match in pugno, poi il gol di Berretta, viziato da un controllo evidente con il braccio, ha cambiato la musica». Non c’è tempo per i rimpianti, domani sera arriva la Cremonese, appaiata a quota 28 e con un cammino assai simile a quello del Venezia. «È una squadra compatta, che perde poco, come noi» aggiunge il centrocampista nato a Pinerolo, «la Cremonese ha giocatori di esperienza e di qualità. Per il Venezia è una partita importante perché vogliamo interrompere questa striscia di mancate vittorie e perché, essendo l’ultima gara interna dell’anno, vogliamo regalare un Natale felice ai nostri tifosi. Un successo ci consentirebbe di rimanere in zona playoff, come sarebbe accaduto venerdì se avessimo conservato la vittoria a Foggia. Il Venezia non è assolutamente in crisi, almeno
non per le prestazioni, anche se abbiamo raccolto poco. Ci serve comunque una vittoria dopo tanto tempo che la inseguiamo». Anche per superare quella soglia dei 30 punti auspicata da Inzaghi per la fine del girone d’andata.

Michele Contessa

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro