Quotidiani locali

Un rigore castiga il Noale E la salvezza si allontana

Sconfitta immeritata per i ragazzi di mister Soncin contro il Cjarlins Muzane Secondo tempo nella metacampo avversaria, ma senza la zampata decisiva

NOALE. Un rigore al termine del primo tempo condanna all’ennesima sconfitta la Calvi Noale contro il Cjarlins Muzane e adesso la situazione di classifica si complica ancora di più. Sconfitta immeritata, questa volta, ma la sostanza non cambia. La squadra di mister Soncin dopo il pareggio di Arzignano ha incassato cinque sconfitte consecutive compresa quella con i friulani, otto nelle ultime dieci giornate e solo quattro punti in carniere. Con questo ruolino di marcia l’obiettivo della salvezza rischia di allontanarsi in maniera irreparabile. Però almeno in questa occasione qualche segnale di ripresa si è visto, soprattutto nel secondo tempo. L’undici biancoazzurro, oggi in completo blu, parte con un 3-5-2 che dovrebbe impensierire la retroguardia ospite e dal primo minuto in campo il c’è anche il neoacquisto Zanetti. Davanti la coppia Baldrocco e Tonani. Ma per tutti i 45’ iniziali si vede poco o nulla da entrambe le parti. Al 7’ Smrtnik sulla sinistra mette in mezzo per la deviazione di Leonarduzzi alta sopra la traversa. Al 18’ ci prova da fuori Vianello, palla a lato. Così si arriva velocemente al 41’ quando c’è l’episodio che decide l’incontro.

Dalla destra Leonarduzzi mette un pallone insidioso al centro, su cui taglia Roveretto che viene attaccato alle spalle da Colli. La punta friulana frana a terra e per il signor Gianquinto di Trapani non ci sono dubbi. Rigore che Smrtnik realizza. Nel secondo tempo mister Soncin prova a mescolare le carte e fa entrare nella mischia l’altro nuovo arrivo dell’ultima settimana, Franciosi per Griggio, convertendo l’assetto della squadra in un più offensivo 4-3-3. E la differenza si vede. Poco prima dell’ingresso della nuova punta Montemezzo va sul fondo sulla sinistra, traversone e dalla porta opposta Colli alza la mira da ottima posizione. Al 3’ Baldrocco in contropiede si allunga troppo la palla e Calligaro in uscita riesce a salvare la situazione. È un’altra Calvi, più determinata, e al 12’ Tonani ci prova ma la conclusione potente è centrale, Calligaro respinge con i pugni. I noalesi provano a chiudere nella loro difesa gli ospiti, che cercano delle veloci ripartenze come al 13’ con Roveretto che impegna di piede Fortin. Al 18’ Franciosi in contropiede entra in area, ma il suo tiro viene smorzato dalla difesa e Calligaro controlla. Attorno alla mezz’ora Franciosi, che sulla sinistra sembra trovare sempre il tempo giusto al suo avversario, si accentra e prova il violento diagonale, che esce però di un soffio alla sinistra dell’estremo del Cjarlins.
Infine al 46’ ancora Franciosi cerca la soluzione personale, ma una deviazione mette la palla in angolo con Calligaro spiazzato. La Calvi è in piena zona retrocessione e servono punti. La prossima sfida è a Verona con l’Ambrosiana.

Alessandro Torre

©RIPRODUZIONE RISERVATA.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon