Quotidiani locali

Reyer, arriva un’altra beffa allo sprint

Basket serie A. Contro la Grissin Bon Reggio sfida tiratissima, l’ errore di Peric nel finale dà i due punti agli emiliani (68-66)

MESTRE . Ancora un finale in volata, ancora una sconfitta per la Reyer, la terza in una settimana. Jenkins e Bramos si accomodano nel parterre, Della Valle è rimasto a Reggio Emilia, in aggiunta alle altre defezioni della Grissin Bon. De Raffaele parte con De Nicolao, ex di turno, in cabina di regia, primo canestro di Watt e “pioggia” di peluche sul parquet del Taliercio. Minuti iniziali bel duello tra Watt e Reynolds, autori di 6 punti a testa, anche se tocca a Peric aprire il primo solco (9-4). La mobilità di Reynolds obbliga De Raffaele a inserire Biligha, ma il centro reggiano continua a imperversare, segnando tutti i punti del quintetto di Menetti. A 4’07” dalla fine del quarto ritorna anche in campionato Stefano Tonut, al posto di De Nicolao. Reggio Emilia è aggrappata a Reynolds (16-12), solo De Vico va a referto, a 1’03” dalla fine, dalla lunetta (18-14), la frazione si chiude con i liberi di Haynes (20-14). Menetti si sistema a zona 3-2 e la Reyer inizia a faticare, nonostante White continui a sparare a salve: Markoishvili e Mussini puniscono due disattenzioni difensive granata (20-18), Haynes è più incisivo quando penetra dentro l’area colorata (22-18), come Watt quando attacca frontalmente White. La tripla di Johnson e l’incursione di Watt regalano il +9 (28-19) al quintetto di De Raffaele. Menetti gioca la carta del quintetto “pesante” con White, Wright e Reynolds insieme in campo ed è l’ex torinese a riportare a galla la Grissin Bon (29-26), costringendo anche al terzo fallo Peric. E la tripla di Llompart regala a Reggio il primo vantaggio (29-31) a 2’34” dalla fine, la Reyer si spegne in attacco, anche se De Nicolao costringe Wright al terzo fallo. Intervallo lungo sul -2 (33-35).

Reyer che riparte più aggressiva, Watt ritorna a spadroneggiare nell’area colorata reggiana (40-37), Menetti deve riaffidarsi allo spagnolo Llompart in cabina di regia. Venezia cerca Watt e Watt va a canestro, costringendo al quarto fallo Wrigth (42-39). Faccia a faccia green tra Bolpin e Mussini che riporta avanti la Grissin Bon (42-44), Reyer in rottura prolungata (42-48), l’unica notizia positiva è il quarto fallo di Llompart (44-48). Peric non è in serata, De Raffaele prova la carta Cerella. Reggio Emilia reattiva al massimo al ritorno in campo, domina a rimbalzo offensivo (49-56), capitalizzando le palle perse in quantità industriale da parte della Reyer. Sale il nervosismo, tecnico a De Raffaele, Markoishvili non capitalizza dalla lunetta. La Reyer però si scuote, Reynolds esce per falli, Peric e la tripla di De Nicolao accendono il Taliercio (56-58), Orelik riporta avanti Venezia (62-60). Finale in volata, Haynes avvicina la Reyer alla vittoria (66-64), Llompart
sbaglia, Orelik perde palla, De Vico gela il Taliercio dall’angolo (66-67) con 24” da giocare. Peric sbaglia due liberi a 12” dalla fine, ma la palla resta alla Reyer con 9”95 da giocare, ancora Peric fallisce il sottomano del sorpasso e Reggio fa festa.

Michele Contessa

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon