Quotidiani locali

Matteo Zennaro all’Ohio University

Scherma. Il maestro veneziano da gennaio sarà negli Stati Uniti, nasce un rapporto di collaborazione con il CS Mestre

MESTRE . Il Circolo Scherma Mestre apre la porta agli Stati Uniti. Lo fa con una nuova collaborazione attraverso il maestro Matteo Zennaro, che dal gennaio prossimo inizierà a insegnare anche all’Ohio State University di Columbus, mentre i gemelli Sebastiano e Lodovica Bicego hanno ottenuto di recente una borsa di studio triennale alla Penn State University in Pennsylvania, dove andranno a studiare e allenarsi.

Ma sarà soprattutto il progetto di Matteo Zennaro ad aprire nuovi orizzonti allo storico circolo mestrino. «La mia esperienza degli ultimi dieci anni al CS Mestre è stata decisamente positiva» spiega l’ex campione europeo e bronzo alle Olimpiadi di Sydney nel fioretto, «nel 2010 avevamo 46 atleti mentre ora siamo oltre 120, abbiamo ottenuto risultati importanti a livello nazionale e internazionale, e il circolo si è trasformato in Srl sotto la guida mia, di Isacco Scomparin, Alberto Antonello e Francesco Vianello. La collaborazione con il Comune di Caorle ci ha portati a organizzare numerose gare di alto livello nella cittadina balneare, aprire pochi giorni fa il Circolo Scherma Caorle, mentre nei mesi scorsi la stessa Caorle è divenuta anche un centro federale per le nazionali azzurre».

La collaborazione biennale di Zennaro all’Ohio State University lo porterà a insegnare lì la sua scherma, ma anche a creare una sinergia con Mestre. «Organizzeremo nuovi camp ai quali potranno partecipare anche i nostri ragazzi del Circolo Scherma Mestre per allenarsi, imparare l’inglese e fare una nuova esperienza di vita» sottolinea Zennaro, «poi ne organizzeremo altri a Caorle e sempre di livello internazionale. Non rimanendo tutti i giorni a Mestre, con questo nuovo impegno, ovviamente passerò l’incarico di responsabile tecnico a Michele Venturini, maestro con trent’anni di esperienza e già al lavoro al Csm da alcuni anni. È veneziano come me e ha un curriculum di tutto rispetto per il lavoro svolto tra Venezia, Vicenza, Mestre e la Nazionale. E questo in pieno accordo con gli altri colleghi del Cda mestrino».

Tra le novità in arrivo entro fine anno c’è un camp che si terrà proprio a Mestre dal 21 al 29 dicembre, al quale parteciperanno venti fiorettisti della nazionale giovanile giapponese, che si misureranno con i talenti locali in ottica di Olimpiadi per Tokyo 2020. «Ormai la scherma non è più vincolata all’Europa e si sta allargando ovunque» conclude Zennaro, «non lascerò il Csm, poiché rimarrò sempre azionista di maggioranza e manterrò i contatti quotidianamente con lo staff tecnico e gli atleti. Ma in questo modo si aprirà una nuova opportunità per tutti, di crescita professionale per me, certo, ma pensiamo solo alle borse di studio che potrebbero ricevere i giovani mestrini più
meritevoli che volessero fare una esperienza negli Stati Uniti. La nostra missione al Csm rimane quella di coltivare gli atleti e farli arrivare in alto. In Ohio avranno un punto di appoggio in più se vorranno partecipare a un camp o studiare».

©RIPRODUZIONE RISERVATA



TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista