Quotidiani locali

qui zironelli 

«Turn over perché abbiamo in una settimana tre partite»

PORTOGRUARO. Umori diversi a fine partita. Il primo mister a recarsi in sala stampa è quello arancionero, Zironelli, soddisfatto per il risultato e la prestazione nonostante i tanti cambi. «Rubbo,...

PORTOGRUARO. Umori diversi a fine partita. Il primo mister a recarsi in sala stampa è quello arancionero, Zironelli, soddisfatto per il risultato e la prestazione nonostante i tanti cambi. «Rubbo, Spagnoli e Kirwan hanno giocato una grande partita. I ragazzi sono abituati. L’anno scorso ho cambiato 34 formazioni e non vedo perché, allenando giocatori che mi danno tutto, non dovevo cambiare. Soprattutto considerando che ci aspettano 3 partite in una settimana. Abbiamo controllato da subito il gioco e corso pochissimi rischi e non abbiamo fatto errori in difesa. I ragazzi hanno dato l’anima e questa vittoria sarà una bella iniezione di adrenalina in vista della partita di mercoledì. Non abbiamo mai rubato niente. Questa è la dimostrazione che i miei giocatori meritano tutto ma dobbiamo rimanere coi piedi per terra e stare in campana non solo per le prossime partite ma perché tutto il campionato sarà molto lungo e noi dobbiamo affrontare ogni partita come se fosse una finale; sempre con la stessa grinta e voglia di imporre il nostro gioco. Non nego che il Bassano lo temevamo ma siamo riusciti a non farlo giocare per tutti i 90’». Di tutt’altro umore l’allenatore bassanese Magi. «Diciamo che il Bassano è stato meno forte del previsto piuttosto che un Mestre più forte del previsto. Stiamo passando un periodo di alti e bassi ma stavolta non abbiamo fatto bene. I giocatori di Zironelli hanno meritato la vittoria e l’hanno consolidata soprattutto nel secondo tempo ma adesso siamo a 3 sconfitte consecutive e dovremo lavorare molto a livello psicologico. Certo non mi aspettavo una situazione del genere. Abbiamo inanellato 8 risultati di fila positivi e ora un momento “no”. Io vedo i ragazzi che si allenano bene in settimana e poi dare il massimo in partita ma dobbiamo fare tesoro degli errori che
facciamo. Dobbiamo lavorare molto dal punto di vista della testa. È stata una partita equilibrata nella prima frazione ma abbiamo sbagliato nell’azione del rigore. In questo momento l’aspetto mentale è labile e per rimetterci in corsa dovremo lavorare ancora di più». (g. n. p.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista