Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui

Calvi Noale, un pari che trasmette tanta fiducia

Contro l’Arzignano finisce 0-0: i ragazzi di Soncin si allontanano dalla zona rossa della classifica

ARZIGNANO. Un punto ottenuto con grande orgoglio dalla Calvi Noale. La squadra veneziana dimostra di aver metabolizzato bene l’1-4 subìto pochi giorni fa in casa dal Campodarsego. E così la squadra di Soncin è riuscita a fermare l’Union ArzignanoChiampo che, col pari di ieri, perde la seconda posizione in classifica. Grande merito per la Calvi Noale che, contro una formazione di fascia elevata, ha saputo tenere blindata la propria porta. A fare da contraltare alle tre sconfitte di fila in casa (le ultime due con otto gol sul groppone), ci sono i quattro punti ottenuti fuori casa in appena due gare: vittoria in casa del Tamai e pareggio in casa dei vicentini.

Il bel pareggio di ieri dà fiducia al Noale che si ritrova fuori dalla zona rossa della classifica ma soprattutto ottiene un punto importante in ottica salvezza. Hanno convinto le scelte di formazione di Soncin che ha optato per una squadra più solida, schierata con un 4-4-2 abbastanza scolastico che ha presentato una sola punta effettiva, Baldrocco, con Conti a suo supporto. Il tecnico del Noale ha rinunciato a Fortin tra i pali, utilizzando un under in porta (Bordignon) per poter affidarsi a giocatori più esperti in mezzo al campo.

La gara non è stata entusiasmante. Si comincia con la conclusione di Fracaro di poco sul fondo (5’) e si continua con l’insidioso cross di Toso smanacciato da Bordignon (8’). La Calvi Noale si distende al 20’: Conti centra basso per la girata di Baldrocco a centro area, palla a fil di palo. Poi ci prova due volte Maldonado, senza fortuna. Nella ripresa subito Bigolin testa i riflessi di Bordignon. Gli ospiti escono dal guscio con la staffilata da fuori dell’ex Casagrande. Alla mezz’ora si mette male per l’Arzignano per l’ingenuità di Odogwu che, in campo da soli 6’, si fa espellere per un’entrata con il piede a martello su Vianello. Nonostante l’inferiorità numerica, sono i giallocelesti a mantenere l’iniziativa. In pieno recupero grande chance per Bernasconi che con una gran botta dalla distanza spacca in due la traversa. Adesso però bisogna iniziare a fare punti anche davanti ai propri tifosi. Magari a partire dalla sfida di domenica prossima contro l’Union Feltre. (m.z.)