Quotidiani locali

Mestre, contro il Bassano inizia un vero ciclo di fuoco

Calcio Serie C. Al Mecchia i ragazzi di Zironelli ospitano la squadra di Magi In difesa rientra Gritti: «È una gara che per noi può rappresentare la svolta»

MESTRE. Oggi inizia il tour de force del Mestre. Al Mecchia arriva il Bassano, reduce dalla sconfitta con la capolista Renate e in cerca di riscatto. In nessuna delle due formazioni si registrano squalificati o infortunati e i rispettivi mister potranno contare sulla rosa al completo. Adesso il Mestre è atteso da un ciclo di fuoco. Dopo il Bassano (distante un solo punto) ci saranno in successione il Padova mercoledì alle 20. 30 all’Euganeo nel turno infrasettimanale (primo con 22 punti), poi il Renate (21 punti) in casa per chiude al Menti (15 punti) contro il Vicenza».

Nel Mestre fa il suo ritorno in difesa, assieme a Perna e Politti, Matteo Gritti, reduce dal turno di squalifica. «Sono pronto a tornare in campo una sfida che per noi può rappresentare una svolta e un sorpasso», dice il difensore, «anche perché non è piacevole stare in tribuna. Comunque sono a disposizione di Zironelli. Loro sono una squadra di attacco come la nostra e questo mi fa pensare che giocheranno a viso aperto senza arroccarsi in difesa e questo per il nostro gioco è un vantaggio. Ci aspettano partite in cui gli stimoli arrivano da soli, ma dovremo stare attenti perché affronteremo squadre con giocatori di qualità e ogni costerebbe caro. Ma, nonostante questo, andremo sempre in campo per fare la partita. Adesso c’è il Bassano. A Padova, Renate e Vicenza penseremo successivamente, partita dopo partita, come facciamo da un anno a questa parte. Adesso la priorità sono i bassanesi. Solo dopo la partita ci potremo concentrare sul Padova».

Per i bassanesi parla Nicolò Bianchi. «Il Mestre si è dimostrato una buona squadra, una delle sorprese di questo campionato. Ha fermato squadre di vertice, come ad esempio il Pordenone, ha uno zoccolo duro di giocatori che hanno conquistato la Serie D e spesso, in Serie C, i gruppi importanti che conquistano una promozione ben figurano l’anno successivo. Inoltre hanno arricchito la rosa con giocatori di categoria superiore».

Si gioca. Stadio Mecchia di Portogruaro ore 14.30.

Mestre (3-4-3): Favaro; Gritti, Perna, Politti; Fabbri, Lavagnoli, Boscolo, Rubbo; Neto, Sottovia, Beccaro. A disp: Ayoub, Gagno, Zanetti, Kirwan, Boffelli, Casarotto, Spagnoli, Stefanelli, Pozzebon, Sodinha, Zeccchin, Bussi. Allenatore: Zironelli.

Bassano Virtus (4-3-1-2):
Grandi; Andreoni, Pasini, Barison, Karkalis; Bianchi, Botta, Laurenti; Minesso; Fabbro, Grandolfo. A disp: Falcone, Salvi, Piras, Proia, Gashi, Bortot, Venitucci, Bonetto, Diop, Popovic. Allenatore: Magi.

Arbitro: Guida di Salerno.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista