Quotidiani locali

La Calvi resiste e colpisce tre punti che valgono oro

La squadra di Soncin in campo quadrata e pronta alle ripartenze, friulani ko Rigon e Casagrande (doppietta) firmano il tris. Mercoledì c’è il Campodarsego

BRUGNERA. La Calvi Noale resuscita a Tamai. Nella nona giornata del girone C di serie D la squadra di Giovanni Soncin conquista con merito il successo e rompe un’astinenza che durava dal 17 settembre scorso, quando era arrivata la vittoria sull’Abano: per i noalesi è inoltre la prima affermazione in esterna del campionato, che permette alla squadra di lasciare la zona calda della classifica, salire a quota 12 punti e superare in classifica proprio il Tamai, che non bissa il successo casalingo di due settimane fa al cospetto della Liventina.

Partono forti i locali che provano a imprimere il proprio ritmo al match. Subito una buona occasione al 2’: Bezzo, servito da Montagner penetra in area e dal fondo cerca il palo lungo. In ritardo di un soffio Sellan, per la deviazione vincente. Brividi un paio di minuti più tardi con lo stacco di Maccan che alza appena sopra la traversa, su invito di Alcantara. Funziona bene il binario di destra con Bezzo e Alcantara spesso in sovrapposizione l’uno con l’altro. Vigila in mezzo la difesa ospite, costretta a chiudersi sulle sfuriate dei nostri laterali. Dall’ennesimo pallone proveniente dalla destra, ci prova Giglio al 17’. Si accentra sul destro e va alla conclusione che è troppo debole per impensierire Fortin.

Insomma: Tamai da applausi nella prima mezz’ora mentre la Calvi arranca nella propria metà campo. Il calcio però a volte sa essere allegro e, nel miglior momento della formazione locale, gli uomini della Calvi a sorpresa colpiscono.

Baldrocco fugge sulla fascia, cross in mezzo per l’accorrente Rigon che sigla lo 0-1. Il vantaggio è bello e inaspettato. Dura però poco: ci pensa Maccan a fare 1-1. Sellan cambia gioco per Alcantara, Bezzo si sovrappone e riceve palla. Cross di prima intenzione per il centravanti che anticipa tutti e in area piccola insacca.

Nella ripresa però è una grande, grandissima Calvi che prende le misure all’avversario e il Tamai sparisce. La Calvi Noale gioca come sa e, al 13’, passa in vantaggio. Russian deve commettere fallo su Baldrocco: rigore netto.

Casagrande se ne incarica e trasforma: è l’1-2. La Calvi domina e al 26’arriva il terzo gol. Andreatta serve Cudicio che non si avvede dell’avversario alle spalle. Casagrande ne approfitta e a porta sguarnita chiude i conti. Entrano in successione De Biasi, Nadal, Cramaro e Fiorenzo ma il risultato non cambia. La Calvi torna
alla vittoria e festeggia con tre punti che fanno morale in vista della sfida di mercoledì al cospetto del Campodarsego, terzo in classifica in compagnia dell’Adriese. Si vedrà se il successo conquistato ieri a Tamai è frutto di un cambio deciso di rotta.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista