Quotidiani locali

Reyer, in vetta giocando d’anticipo

Basket serie A. Difesa del primato stasera (20.45) al Taliercio contro la Vanoli Cremona. Cerella non è al meglio

MESTRE. La Reyer prova a mettere pressione a Milano e Brescia, coinquiline in testa alla classifica. E mirino puntato sul poker, in campionato, dopo aver domato Varese, Trento e Brindisi. La Vanoli di Meo Sacchetti arriva al Taliercio galvanizzata dalla trionfale cavalcata su Pistoia nel posticipo televisivo di lunedì. È la sera degli ex, Peric e Biligha da una parte, Ruzzier dall’altra, con il dubbio Cerella, assente con l’Aek Atene per il fastidio alla schiena, per Walter De Raffaele. Partita numero 1.469 per la Reyer Venezia in Serie A, che aggancia al sesto posto la Fortitudo Bologna, mettendosi in scia a Milano, Varese, Virtus Bologna, Cantù e Pesaro: il Gotha della pallacanestro italiana.

«Cremona è reduce da una bella vittoria contro Pistoia» avverte Walter De Raffaele, «avendo trovato un equilibrio con giocatori di grande talento, a cominciare da Johnson-Odom». Miglior marcatore della terza giornata (34 punti), miglior valutazione (40), inserito nel quintetto base del turno con Theodore, Okoye, Alessandro Gentile e Hunt. «I cugini Diener danno grande esperienza e affidabilità, poi Cremona ha una batteria di lunghi che stanno acquisendo personalità e confidenza con il torneo. È una squadra che sul piano offensivo ha segnato 92 punti contro Pistoia. Servirà una partita solida da parte nostra».

Cremona doveva disputare la Serie A/2, e aveva affidato il progetto triennale a Meo Sacchetti, poi a metà estate Cremona si è ritrovata ripescata in Serie A dopo l’estromissione di Caserta. Così l’ex tecnico di Sassari e Brindisi, successore di Ettore Messina sulla panchina azzurra, si è subito affidato a Drake Diener, convincendo a ritornare in campo anche il cugino Travis, fermo da tre anni. Gruppo italiano interessante (l’ex granata Ruzzier, Portannese, Ricci e Gazzotti), poi stranieri pescati in Germania (Martin al Ludwigsburg), Israele (Milbourne dall’Hapoel Heliat) e in D-League (Sims da Salt Lake City). Sacchetti inizialmente aveva punta sulla guardia americana Elijah Johnson (ex Istanbul), sostituito alla vigilia del campionato da Darius Johnson-Odom (ex Cantù, Sassari e appunto Cremona l’anno scorso).

Così al Taliercio (ore 20.45)

Reyer Venezia: 0 Haynes, 2 Peric, 3 Johnson, 6 Bramos, 10 De Nicolao, 11 Jenkins, 12 Orelik, 13 Bolpin, 14 Ress, 19 Biligha, 30 Cerella, 50 Watt. Allenatore: Walter De Raffaele.

Vanoli
Cremona:
0 Johnson-Odom, 1 Martin, 6 Gazzotti, 7 Travis Diener, 8 Ricci, 10 Ruzzier, 11 Portannese, 14 Sims, 16 Drake Diener, 23 Milbourne. Allenatore: Romeo Sacchetti.

Arbitri: Mazzoni di Grosseto, Caiazza di Arzano (Napoli) e Bongiorni di Pisa.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista