Quotidiani locali

Vai alla pagina su Venezia Calcio
Rinaudo capo dell’area tecnica

Venezia Calcio

Rinaudo capo dell’area tecnica

Calcio Venezia. Prende il posto di Perinetti. «Felice e sereno, so di lavorare in un grande club»

MESTRE . Fiducia piena e incondizionata: Joe Tacopina abbraccia Leandro Rinaudo e lo investe del ruolo di responsabile dell’area tecnica del Venezia. Almeno fino a giugno, ma non è detto. «Leo può rimanere con noi finché vuole» avverte il presidente, che oggi rientrerà a New York. «È un ruolo che Rinaudo merita. Per me è stata una decisione naturale, anche se in tanti si erano proposti. Leandro ha davanti a sè un luminoso futuro come direttore sportivo, ha tutte le caratteristiche che servono a un dirigente moderno. È già da tempo un punto di riferimento dei giocatori, sa interagire con loro. Inoltre, prendere un direttore sportivo da fuori e inserirlo in un gruppo già consolidato non sarebbe stata la soluzione migliore. Il mercato è solo una parte, importante è vero, dei compiti che deve avere un direttore sportivo».

Palermitano, 34 anni, ex di Palermo, Siena, Napoli, Juventus, Novara e Livorno in Serie A. «Sono orgoglioso di questa opportunità che mi ha dato il presidente Tacopina, ma anche molto sereno e tranquillo, sensazioni che mi vengono dalla struttura consolidata del Venezia. Questa è una società che in poco più di due anni si è data una organizzazione straordinaria». Rinaudo è il più giovane responsabile dell’area tecnica della Serie B. «Il futuro si costruisce con il presente» ha aggiunto l’ex difensore centrale siciliano, «non penso a quello che succederà a giugno. Se non facciamo cose belle e positive adesso, il futuro non si può delineare». Non è mancato un accenno a Giorgio Perinetti. «Per me è stato un maestro di vita, fin da quando ero piccol. Lo stimavo ieri, lo stimo oggi e lo stimerò sempre. Siamo però dei professionisti, oggi lui pensa al Genoa, tutti noi al Venezia». Dopo la presentazione, Rinaudo è andato a Coverciano per la quarta settimana, sulle 6 previste, del corso di direttore sportivo.

«Rinaudo sarà il responsabile dell’area tecnica per i prossimi otto mesi» ha infine precisato Tacopina, «poi arriverà un manager che abbiamo già individuato e Leandro lo sa, ma per quanto mi riguarda lui farà parte di questo progetto anche dopo giugno con ruoli importanti. Per il modello di società che abbiamo in mente,
l’area sportiva avrà bisogno di molte persone di riferimento».

Intanto, l’ex difensore Duccio Innocenti, 42enne toscano di Prato, entra nello staff tecnico di Inzaghi, contratto fino al 30 giugno 2018, prende il posto di Angelo Castellazzi.

Michele Contessa

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista