Quotidiani locali

La società tace, Tacopina torna in sede domani

Scontata la ricerca di un sostituto. Al posto di Perinetti un giovane manager indicato dal Real Madrid?

MESTRE . Non deve averla presa bene, Joe Tacopina, la decisione di Perinetti di lasciare il Venezia, per tempistica e per distanza. Perinetti a Mestre, Tacopina ad Abu Dhabi, Rogg a Milano: il trio dirigenziale del Venezia in tre posti diversi. Tutto sarebbe stato più semplice se Tacopina fosse stato in sede, a confrontarsi con Perinetti, come era accaduto a giugno dopo le avances dello Spezia. Nessuna reazione ufficiale da parte di Tacopina, attesa fino a tarda serata, fitti contatti a distanza tra l’avvocato americano e l’amministratore delegato Andrea Rogg, impegnato a Milano con Dante Scibilia all’incontro delle società di Serie B con il presidente dell’Osservatorio sulle manifestazioni sportive Daniela Stradiotto. Fitto conciliabolo con la Liguria: i dirigenti di Venezia e Genoa hanno parlato tra di loro ieri e continueranno a farlo anche oggi per sbrogliare la matassa, mentre si sta contemporaneamente lavorando per arrivare a una risoluzione consensuale i che soddisfi le due le parti. Sono tutte conferme che l’offerta di Enrico Preziosi ha fatto breccia in Perinetti, che la volontà del responsabile dell’Area Tecnica arancioneroverde di andarsene in anticipo è concreta e, ormai, scontata. E che Tacopina non farà le barricate per trattenere Perinetti, che quindi avrà il via libera per passare dall’Adriatico al Tirreno. Il confronto diretto, forse, ci sarà solo al rientro del presidente dagli Emirati Arabi, previsto per domani. Silenzi, più o meno prolungati, che lasciano spazio a inserimenti di notizie sul futuro del Venezia, come quella di un contatto con Daniele Pradè, direttore sportivo sotto contratto con la Sampdoria, che ha lavorato con Rogg a Firenze, ma che resterà al fianco di Giampaolo in blucerchiato, oppure l’arrivo tra qualche mese di un giovane dirigente consigliato dal Real Madrid, società a cui spesso ha fatto riferimento Tacopina. Il Venezia ha però bisogno subito di una figura che sostituisca Perinetti e non solo perché tra un paio di mesi si dovranno gettare le basi per il mercato invernale. A giugno, Tacopina risolse rapidamente la sostituzione del Ceo Ted Philipakos portando al Venezia un dirigente d’esperienza come Andrea Rogg. Adesso il Venezia, senza Perinetti, ha deve trovare rapidamente un responsabile dell’area tecnica. Con le valigie in mano è anche Angelo Castellazzi, il tattico dello staff tecnico di Filippo Inzaghi, che può volare in Turchia, all’Antalyaspor, dove una settimana fa è arrivato come allenatore il brasiliano
Leonardo con cui aveva collaborato al Paris-Saint Germain. In una giornata costellata da tante indiscrezioni, l’unica nota positiva arriva dal Taliercio: Inzaghi per la prima volta ha allenato la squadra al completo, anche Bruscagin, Geijo e Fabris sono rientrati in gruppo. (m.c.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics