Quotidiani locali

Le Family Run ripartono da San Donà

Atletica, via sabato alle non competitive che precedono la Venicemarathon

SAN DONÀ . Studenti delle scuole del territorio, giovani e famiglie. Tutti di corsa all’insegna dello sport e della solidarietà. Tornano anche quest’anno le Alì Family Run, le tre manifestazioni non competitive che precedono la Venicemarathon. Una festa che, nelle tre giornate, riesce a coinvolgere oltre 15 mila persone. Anche quest’anno ad aprire il cartellone delle Alì Family Run sarà l’appuntamento di San Donà, in programma sabato.

Si proseguirà poi sabato 14 ottobre con la tappa di Dolo e della Riviera del Brenta. Gran finale sabato 21 ottobre con la Alì Family Run del Parco San Giuliano a Mestre, che si corre come da tradizione alla vigilia della Venicemarathon. Ieri, in municipio a San Donà, si è svolta la presentazione delle tre manifestazioni non competitive. A fare gli onori di casa l’assessore sandonatese allo sport Luigi Trevisiol, che ha ringraziato l’Atletica Mirafiori per il supporto tecnico locale offerto all’Asd Venicemarathon Club, insieme ai Maratoneti Eraclea. L’Alì Family Run di San Donà è giunta alla quarta edizione e sta registrando un successo crescente. In particolare da parte delle scolaresche.

All’edizione di quest’anno si sono già iscritti più di 2.700 studenti dei tre istituti comprensivi della città, con un aumento del 30% rispetto alla passata edizione. Agli studenti si aggiungeranno i singoli e le famiglie, che potranno continuare a iscriversi anche nei prossimi giorni scrivendo a info@venicemarathon.it oppure potranno farlo sabato in piazza Indipendenza, dove dalle 9 è previsto il ritrovo. La partenza avverrà, invece, alle 10, dall’antistante Corso Silvio Trentin. Il circuito, di circa 4 chilometri, si snoderà lungo le vie del centro cittadino, chiuse al traffico. Viste le premesse, con ogni probabilità la soglia dei 3 mila iscritti dello scorso anno sarà ampiamente superata.

«A San Donà abbiamo trovato un’accoglienza straordinaria», ha commentato Piero Rosa Salva, presidente del Venicemarathon Club, «in un territorio in cui la cultura dello sport è radicata, non avevamo dubbi che il tessuto sociale e sportivo avrebbe risposto presente fin dal primo momento». Il costo dell’iscrizione è di 5 euro e il ricavato, tolte le spese organizzative, sarà destinato
agli istituti scolastici partecipanti e a favore del progetto di Alex Zanardi “Obiettivo3”, che mira a sostenere persone disabili che vogliono intraprendere un’attività sportiva. A tutti i partecipanti sarà regalata la maglietta Alì creata per l’evento.

Giovanni Monforte

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics