Quotidiani locali

Frisbee, dominio del Nord Europa

Trionfo a Caorle per le finali di Ultimate. Fra i maschi vincono gli inglesi, nella categoria mista s’impone un club olandese

CAORLE. Sul campo il successo è andato alle squadre del Nord Europa. Ma è stato anche un trionfo organizzativo per Caorle e i promotori locali dell’evento, a cui sono andati i complimenti di tutti i partecipanti. Si sono concluse ieri pomeriggio, all’aviosuperficie Ali Caorle, le finali del campionato europeo per club di Ultimate Frisbee. L’evento, che si può definire la Champions League del frisbee, ha visto la partecipazione delle 48 migliori squadre europee, arrivate a Caorle dopo una lunga selezione continentale. Nel complesso l’evento ha coinvolto circa 1. 200 atleti, che si sono sfidati in tre giorni di partite. Tre le categorie in gara. Nella Open maschile la vittoria è andata agli inglesi del Clapham Ultimate, formazione londinese che in finale ha sconfitto i tedeschi del Bad Skid. Va in Olanda il titolo continentale della categoria mixed (squadre miste). Ad alzare la coppa è stata la squadra del Grut, che si è imposta sui tedeschi del Colorado. Dal profondo nord arrivano le vincitrici della categoria femminile (women). Si tratta delle finlandesi dell’Atletico Ultimate, squadra di Helsinki che ha prevalso sulle inglesi dell’Iceni Ultimate. Niente da fare per le due squadre (maschile e femminile) del Cus Bologna, arrivate quarte. A nulla è valso il sostegno del gran numero di tifosi arrivati dall’Emilia con alcuni pullman. Ma il mondo del frisbee italiano si può consolare con il successo organizzativo.

L’organizzazione della manifestazione è stata affidata all’Asd Extradry Ultimate Venezia e all’Asd BB Sea, rappresentate da Davide Rossetton e Paul Bernier. L’evento è stato promosso in collaborazione con la Federazione europea frisbee (Euf), la Federazione italiana flying disc (Fifd), il Comune di Caorle e il Villaggio San Francesco, che ha garantito l’ospitalità di tutte le delegazioni. Agli organizzatori sono arrivati anche i complimenti del delegato della federazione americana, presente come osservatore all’evento di Caorle.

«Siamo molto contenti che la massima competizione europea del frisbee sia stata organizzata a casa nostra», commenta Davide Rossetton dell’Asd Extradry, «era la prima volta che la nostra società veneziana organizzava un evento di questa caratura. È stata un’esperienza impegnativa, ma estremamente soddisfacente e formativa. Speriamo che in futuro ci siano altre occasioni per far conoscere ancora di più il frisbee».
Gli sforzi sono stati premiati dalla presenza di un pubblico numeroso. «Abbiamo avuto anche un bell’afflusso di curiosi, questo è importante per il nostro movimento. Speriamo che in futuro questo sport possa sempre più prendere piede», conclude Rossetton.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista