Quotidiani locali

Calvi Noale sprecona, la vittoria sfuma nel finale

Ospiti in vantaggio con Baldrocco, al 42’ l’unica azione del Legnago finisce in rete. Rigon infortunato

LEGNAGO. La Calvi Noale getta al vento la vittoria a pochi minuti dalla fine contro un coriaceo Legnago. Alla fine ne esce fuori un pareggio con il risultato di 1-1 che lascia tanto amaro in bocca per come è maturato. Ma che per quel che si è visto in campo, il pari può considerarsi giusto. Soncin opta per il 4-4-2 con Tonani e Bernasconi di punta, mentre Spinale risponde con il 4-3-3.

Prima emozione al 3’: tiro-cross di Marchetti dalla fascia sinistra di poco a lato. Passano 4’, Kouamè prova la girata ma viene murato. Al 22’ infortunio serio per Rigon che viene rimpiazzato da Boesso. La gara stenta a decollare e per assistere alla prima vera emozione bisogna attendere il 24’, ma Fortin blinda la sua porta sul destro di Barone. Nel recupero, nuovo intervento del portiere sul destro di Zanetti. Si chiude una prima frazione povera di contenuti e molto tattica.

Nella ripresa rientra in campo un’altra Calvi Noale molto più propositiva. Al 4’ conclusione da distanza ravvicinata di Casagrande respinta da un difensore in scivolata. Quindi è la volta di Bernasconi a tentare il jolly su calcio piazzato senza esito. Il Legnago si fa vedere al 10’ con il colpo di testa di Guarco che si alza sopra la traversa. Quindi è Marchetti a provare la conclusione, ma ancora una volta la difesa ospite fa buona guardia. Partita che lentamente sembra avviata a chiudersi sul risultato a reti bianche, ma al 25’ la Calvi Noale trova il gol: Gulinatti perde palla favorendo l’inserimento di Baldrocco che con un tiro dalla fascia destra riesce a beffare il portiere. Sembra davvero fatta, anche perché il Legnago non riesce a reagire tranne nel convulso finale.

Al 42’, nell’unica vera azione pericolosa del match, arriva il pareggio: Talin serve Barone che sfiora di testa per Maiese, destro secco che non lascia scampo al portiere. Nel recupero il Legnago prova a vincerla con Guarco e Marchetti che sbagliano l’ultimo passaggio al termine di due pericolose ripartenze. Finisce 1-1. Il risultato sta
bene ad entrambe, anche se per la Calvi Noale l’impressione è che questa sia stata un’occasione persa. Vedersi sfuggire la vittoria a pochi minuti dalla fine fa sicuramente male, anche se il Legnago non ha rubato nulla ed ha meritato il pareggio.

Marco Cadregaro



TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista