Quotidiani locali

Lafert e Mogliano la prima in trasferta

Rugby Eccellenza. Riparte il campionato, Viadana e Fiamme Oro gli avversari

SAN DONÀ. Si parte. Dopo la lunga estate calda del rugby italiano (climaticamente e federalmente parlando), il massimo campionato si ripresenta sulle scene con l’edizione numero 88 per l’ultima volta in versione a dieci squadre, dato che dalla prossima stagione il numero delle contendenti sarà portato a dodici. Niente retrocessioni, quindi, e squadre in campo con l’impegno di dare il massimo sapendo però che anche andasse male, non succederebbe nulla: il tema dell’anno, inutile girarci tanto intorno, sarà questo dalla prima all’ultima giornata. Il partito dei positivi vede il tutto come una bella occasione per dedicarsi al bel gioco senza l’assillo dei punti a tutti i costi, quello dei maliziosi individua invece nel bicchiere mezzo vuoto lo spettro di uno snaturamento inevitabile, perché senza dover combattere, uno sport di combattimento non è davvero tale fino in fondo. Tant’è, per il momento la certezza è lo scudetto cucito sulle maglie del Calvisano, con i bresciani dati ancora per favoriti nella corsa ad un titolo che vede tra le pretendenti più accreditate Rovigo, Padova e Fiamme Oro, con Viadana e San Donà immediatamente dietro mentre Mogliano, dopo un’annata decisamente deludente, punterà ad un percorso di rilancio con un sacco di novità. I trevigiani e la Lafert esordiscono entrambi in trasferta: per il XV di Dalla Nora subito durissimo il battesimo in casa dei poliziotti cremisi allenati da quest’anno dall’ex Calvisano e Zebre Gianluca Guidi. «Andiamo a Roma con l’intenzione di giocare a viso aperto» le parole di Dalla Nora «è chiaro che cercheremo di porre maggiore attenzione e disciplina rispetto a quanto fatto in precampionato, ma se la situazione chiamerà al gioco i ragazzi non si tireranno indietro. Inutile dire che un buon inizio può essere importante anche sul piano dell’entusiasmo». C’è curiosità per la prima in biancoblu dell’apertura francese Mornas, in arrivo dalla Serie A, mentre in attesa del ritorno di Halvorsen con il numero 8 giocherà l’ex San Donà Padrò.

A questo punto si può ipotizzare il XV che affronterà oggi (ore 15, arbitro Angelucci di Livorno)) le Fiamme Oro: Facchini; Masato, Zanon, Bonifazi, Guarducci; Mornas, Endrizzi (C); Padrò, Corazzi, Manni; Baldino, Bocchi; Connolly, Giazzon, Buonfiglio.

Altrettanto duro il primo turno della Lafert del confermato coach sudafricano Ansell: per i biancocelesti la sfida è al Viadana di Filippo Frati, ma le aspettative sul gruppo del Piave sono decisamente alte, dato un mercato estivo che ha visto approdare in via Tarvisio tre top-players assoluti come Van Zyl, Van Vuren e Andrea Pratichetti. Il sudafricano Wessels parte in terza linea per far spazio al connazionale ed ex moglianese Van Vuren in seconda, mentre dietro Van Zyl è titolarissimo ad estremo con Ambrosini che riprende possesso della cabina di regia col numero
10. Contro il Viadana ( kick-off ore 16, dirige l’arbitro Trentin di Lecco) il XV di Andell dovrebbe presentarsi con Van Zyl; Rigo, Iovu, Bertetti, Falsaperla; Ambrosini, Crosato; Derbyshire, Vian, Wessels; Van Vuren, Erasmus; Michelini, Bauer, Ceccato.

Gianluca Galzerano

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics