Quotidiani locali

Vai alla pagina su Venezia Calcio
$alttext

Venezia Calcio

calcio serie b

Gori, il portiere-chioccia del Venezia

«Mi sento un ragazzino, felicissimo di essere qui. E casomai sono pronto...»

MESTRE. Pier Graziano Gori, è ufficiale. L’ex portiere del Benevento, svincolato dal club campano dopo la promozione in Serie A, prende il posto dell'infortunato Danilo Russo.

Al Venezia è un ritorno per Gori, anche se in pochi ricordano il suo primo passaggio in arancioneroverde. «Era l’estate del 2001, il Venezia era di Zamparini e io avevo vinto il campionato con il Taranto. Venni a Mestre e firmai un quinquennale, c’era Gasparin come direttore generale». racconta. Gori non indossò mai la maglia arancioneroverde. «Ero giovane, il Venezia mi mandò in prestito prima all’Ancona e poi alla Fermana, nel 2005 la società fallì e io mi trovai svincolato».

Sedici anni dopo riecco Gori a Venezia. «Non ho mai preso in considerazione l’idea di smettere, mi sento ancora un ragazzino. Un paio di giorni fa si è aperta questa prospettiva, sono felicissimo. Farò un po’ da chioccia ad Audero e Vicario, mi piace questo ruolo, come ho fatto con Gagno a Benevento. Poi quando Audero sarà in Under 21 sono pronto... Farò presto a ritrovare le misure con un preparatore come Lotti, che ricordano

con affetto a Benevento».

Gori è un talismano con 8 promozioni tra i professionisti e una tra i dilettanti. «Ma no, io voglio solo fare bene anche al Venezia come nelle ultime due stagioni con il Benevento, culminate con l’ebbrezza della A». (m. c.)
 

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista