Quotidiani locali

Venezia, una super difesa con la bandiera Cernuto

Calcio. Per il siciliano debutto in B: «Due promozioni in due anni, un sogno» Abbonamenti a quota 1769. Alessio Chiarin sarà il nuovo match analyst

MESTRE . Da Dro a Bari, dalla Serie D alla Serie B, in due anni. Un bel salto in avanti per Francesco Ciccio Cernuto, giocatore “bandiera” nelle ultime due stagioni. Dopo Guglielmo Vicario, che aveva assaporato a Cesena l’ebbrezza dell’esordio in B, al San Nicola è toccato al difensore siciliano, che con Modolo, Fabiano e Soligo completa il pokerissimo di giocatori partiti dai dilettanti nel settembre 2015. C’è, però, qualcosa in più per Cernuto, visto che faceva parte della rosa del Venezia anche nel biennio 2013-2015 in Prima Divisione. Per il venticinquenne di Milazzo è quindi la quinta stagione in arancioneroverde. «Quasi da non crederci, non più tardi di due anni fa giocavo in serie D e sabato ho avuto l’occasione di esordire in Serie B al San Nicola di Bari, uno degli stadi più belli d’Italia. Emozionato? No, ero solo concentrato, pensavo a rispettare le disposizioni che mi aveva dato Inzaghi pochi secondi prima». Freddo, impassibile, quasi da nordico, una delle qualità di Cernuto evidenziate in questi anni. A un quarto d’ora dalla fine, Cernuto ha avvicendato Andelkovic, andando a formare il trio centrale con Modolo e Domizzi. «Tra di noi c’è ormai grande sincronia. Con Marco è la terza stagione che giochiamo insieme, Maurizio ha tantissima esperienza. Io devo imparare, e farmi trovare pronto all’occorrenza. Sono entrato nel momento di maggior spinta del Bari, siamo stati bravi a ribattere colpo su colpo. L’obiettivo quando sono entrato era di non prendere gol, dovevamo stare molto attenti soprattutto sulle palle inattive».

Ripresa. Il Venezia ha ripreso ieri pomeriggio al Taliercio, Inzaghi vede ancora Geijo, Garofalo e Bruscagin allenarsi a parte con la speranza di poter recuperare il centravanti per il match contro lo Spezia. Non è stato ancora deciso il giorno dell’intervento al ginocchio per Russo. La campagna abbonamenti chiude giovedì sera, fino a ieri sono state staccate 1769 tessere, mentre sono 137 i biglietti finora venduti in prevendita per la gara di venerdì al Penzo (ore 19).

Chiarin. Alessio Chiarin, allenatore del settore giovanile del Venezia dalla stagione 2014-2015 e collaboratore dell’Area metodologica, entra a far parte dello staff di Inzaghi con il ruolo di match analyst. Chiarin guiderà anche la formazione under
11.

Premio. Ieri sera l’amministratore delegato Andrea Rogg e il responsabile del settore giovanile Mattia Collauto sono stati a Gradisca per ricevere il premio attribuito a Inzaghi dai responsabili del torneo internazionale giovanile.

Michele Contessa

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista