Quotidiani locali

serie D, le amichevoli 

La Clodiense fa 2-2 a San Donà, la Calvi regola il baby Venezia

VENEZIA. Finisce in pareggio, 2-2, la sfida dello "Zanutto" tra il San Donà e la Clodiense Chioggia, squadre che militano in categorie diverse ma con le stesse ambizioni di ben figurare in...

VENEZIA. Finisce in pareggio, 2-2, la sfida dello "Zanutto" tra il San Donà e la Clodiense Chioggia, squadre che militano in categorie diverse ma con le stesse ambizioni di ben figurare in campionato. Due gol per tempo per un pareggio che tutto sommato accontenta tutti e che consente agli allenatori di lavorare su precise indicazioni. Padroni di casa più brillanti, granata invece piuttosto imballati, frutto evidentemente di programmi diversi nella preparazione. Per quanto riguarda l'undici iniziale mister Pasa si affida a Gasparello, Uliari, Favret, De March, Montin, Scroccaro, Beccia, Zorzetto, Morbioli, Paladin. De Mozzi, invece cambia gli esterni di difesa e schiera Luppi, Donadio, Dell'Andrea, Gori, Abcha, Moretto, Santoni, Mazzola, Marijanovic, Hima e Baido. Il San Donà parte subito e nel primo tempo va a segno due volte con Morbioli, prima su un calcio di punizione e poi, poco prima dell'intervallo, su di una azione nata da un disimpegno sbagliato della retroguardia lagunare. Nella ripresa la reazione chioggiotta che però riesce ad accorciare le distanze solamente alla mezzora con Del Carro che trasforma un calcio di rigore concesso per fallo in area subito da Saani. Il gol del definitivo 2-2 arriva proprio al 90' e lo mette a segno ancora Del Carro che di testa appoggia in rete sugli sviluppi di un calcio di punizione. Clodiense che adesso tornerà in campo nuovamente sabato, alle ore 17.30, sul campo del Porto Viro.

A Noale seconda amichevole e secondo risultato utile consecutivo per la Calvi che supera la Primavera del Venezia con una rete di Tonani al 37’. Test attendibile quello dei biancocelesti di Soncin contro una formazione con un alto tasso tecnico e condizione fisica già buona . La Calvi, che è priva di capitan Fortin, del centrale Griggio e della punta Baldrocco lasciati precauzionalmente a riposo, rischia solo nei minuti iniziali del primo parziale per poi riuscire a passare in vantaggio con un’azione sulla fascia
di Fiorica e Baesso e palla che arriva a Tonani, prima conclusione respinta, seconda nel sacco. Nel secondo tempo l’undici di casa rischia più di una volta il raddoppio, soprattutto con Bernasconi la cui botta viene respinta in extremis dal numero uno veneziano. (d. z. - a. t.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics