Quotidiani locali

Rombano i motori in casa Zamuner

Per Claudio (padre) e Alessandro (figlio) bilancio incoraggiante con la Trc Racing

NOVENTA DI PIAVE . In casa Zamuner è già una stagione da incorniciare. La Formula Driver Uisp sta osservando la pausa estiva, ma è tempo di bilanci per papà Claudio Zamuner e per il figlio Alessandro Zamuner, portacolori della Trc Racing di Noventa.

Quest’anno i due piloti di casa Zamuner sono impegnati su un doppio fronte. Nel Campionato italiano Unicef Uisp manca solo una gara, ma i verdetti sono già assegnati. Nella categoria B (vetture preparate fino a 1600 cc) Alessandro Zamuner, con la sua Peugeot 106, ha già la matematica della conquista dell’ambito titolo. Nella categoria A (vetture preparate fino a 1300 cc) Claudio Zamuner ha blindato, invece, la certezza del secondo posto. Un guasto al motore della sua Peugeot 106 nei test di inizio stagione lo ha costretto a saltare le prime due gare e, nonostante la rimonta in classifica su Lucio Costantini, il distacco con una sola gara a disposizione resta incolmabile. È ancora lungo il cammino del Trofeo Triveneto, che prevede altre sei gare su un totale di sedici. I due Zamuner sono saldamente al comando delle rispettive classifiche, ma dovranno mantenere la concentrazione alta per il finale di stagione.

Anche quest’anno, inoltre, Claudio Zamuner è stato impegnato nel “Progetto scolastico” che la Trc Racing conduce con l’istituto professionale Ipsia di Portogruaro. Claudio Zamuner ha tenuto ogni sabato mattina lezioni e fasi di pratica sulle Peugeot 106 della scuderia. Coinvolti gli studenti delle classi quinte motoristi. Non solo teoria, ma tanta pratica con un programma di controlli, modifiche e riparazioni sulle vetture di gara. Gli studenti sono stati accompagnati anche da un preparatore motorista del Pordenonese e l’iniziativa ha riscosso grandi consensi, non solo nell’ambito sportivo.

Un duplice impegno pure per Alessandro Zamuner, che si sta cimentando come istruttore di guida. Per lui, grazie all'area concessa dal Comune di Noventa, il compito di insegnare a tanti giovani la differenza fra la guida sportiva, destinata a vetture appositamente allestite
impegnate su tracciati specifici chiusi al traffico, con la guida sicura, quella di tutti i giorni dove bisogna rispettare delle precise regole. Una missione importante che serve a far crescere non solo validi piloti ma anche bravi cittadini. (g.monf.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA .

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista