Quotidiani locali

Bozza e Paolon, gli eroi del pedale 

L’impresa sulle strade della “999 miglia”, 1600 km con partenza e arrivo a Roma

PORTOGRUARO. Da Roma a Roma dopo 1. 600 chilometri in sella, scavallando ripetutamente l’Appennino centro meridionale. È l’ennesima impresa ciclistica dei randonneurs Giorgio Bozza, di Concordia Sagittaria, e Francesco Paolon, di Teglio Veneto, entrambi soci della Ct Portogruarese.

Hanno pedalato dall’inizio alla fine assieme all’udinese Rinaldo Toson (Team Granzon) e al bellunese Pierluigi Bonora sulle strade della “999 miglia”, randonnée di 1.600 km e quasi 19 mila metri di dislivello attraverso Lazio, Campania, Basilicata, Puglia, Abruzzo e uno spicchio d’Umbria. Hanno chiuso il lungo periplo in 124 ore e 11 minuti, giungendo a destinazione a Roma, presso la sede del centro “La Mirage Sporting Club”, giovedì sera poco dopo le 23. Giorgio Bozza, pedalatore con un lungo curriculum sulle ultra distanze, commenta: «Abbiamo in sostanza rispettato la nostra cronotabella. Pensavamo di chiuderla in 120 ore, invece sono state 124, ma poco importa, l’obiettivo vero era arrivare entro giovedì». È stata una rando impegnativa? «Più dura della 1001 miglia perché in questo caso il dislivello, ovvero le salite complessive, erano ben più numerose». Quanto ha inciso il fattore climatico? «Il caldo si è fatto sentire, tuttavia solo in una giornata è stato davvero intenso, pertanto il clima non è ci è stato troppo ostile». I momenti da ricordare? «L’attraversamento della Puglia presso Alberobello, forse il luogo più bello di tutti – spiega Bozza – ma l’aspetto più significativo di questa randonnée è stata l’accoglienza e la premura di tutti i volontari incontrati nei luoghi di ristoro e di timbratura dei passaggi». Quanto ha inciso correre in quattro dall’inizio alla fine? «Molto, perché ci
conoscevamo già ed avevamo una preparazione fisica analoga, per cui ci siamo sostenuti a vicenda. Inoltre tutti e quattro eravamo propensi a sdrammatizzare i momenti complicati». Ne è valsa la pena? «Sì, una fatica grande ma ricca di risvolti positivi».

Gianluca Rossitto

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista