Quotidiani locali

Partita del cuore, Mestre è con Andrea 

In 400 al “Baracca” per finanziare l’acquisto di un furgone per Zambon, malato di Sla

MESTRE. Quattrocento persone sugli spalti dello stadio Baracca, i giocatori del Mestre neopromosso in Lega Pro e gli allenatori dell'Aiac in campo, uniti per aiutare Andrea Zambon ad acquistare un furgone che ne permetta gli spostamenti. Questo l'obiettivo della “Partita del cuore per Andrea”, un segno tangibile di vicinanza al 49enne di Quarto d'Altino malato di Sla da 18 anni, e bloccato in carrozzina ormai da tempo. Il furgone gli darebbe la possibilità di raggiungere ancora con la sua famiglia la spiaggia di Torre dell'Orso nel Salento, ma anche di spostarsi più comodamente in città.
Ieri in tanti si sono stretti attorno ad Andrea Zambon e alla moglie Maria Grazia. Quest'ultima ha dato il calcio d'inizio alla partita con in campo tutti i protagonisti della stagione arancionera di Serie D. Con loro anche tanti allenatori del calcio veneto, a cui si sono aggiunti alcuni tifosi del Mestre, guidati in panchina da Gianni Vio. Andrea Zambon ha seguito la partita da bordo campo, lui che da giovane era stato giocatore della Giudecca e dell'Alvisiana. Ex difensore e grande appassionato di calcio, ieri ha potuto seguire sul prato del Baracca anche il figlio Francesco (autore per l'Aiac del gol che è valso il 5-5 finale, ndr), e pure lui coinvolto in questa iniziativa.
Il tecnico del Mestre neopromosso, Mauro Zironelli, ha giocato uno scampolo di partita e ha rimarcato come "faccia sempre piacere partecipare a questi eventi, perché è importante sensibilizzare la gente e aiutare chi ha bisogno oppure la ricerca. Spesso si perdono di vista i veri problemi, e a volte serve un esame di coscienza e cercare poi di aiutare chi è in difficoltà».
A dedicare appieno la giornata ad Andrea Zambon è anche il presidente del Mestre, Stefano Serena: «Il calcio, e lo sport in generale, devono prestarsi ed essere utili con iniziative come questa. Ci riteniamo dei privilegiati per tante cose, ma questa giornata è tutta per lui: forza Andrea!A.
In campo, per la cronaca, si sono viste belle giocate, e tutti hanno cercato di divertirsi evitando contrasti e infortuni. Chi vorrà aiutare Andrea Zambon lo potrà fare anche nei prossimi giorni, dando un contributo direttamente allo sportello del Mestre Store di Calle del Sale. Altrimenti è già disponibile un conto corrente
nella filiale della Volksbank di Marghera intestato a Zambon Andrea e Morgese Maria Grazia (codice iban IT09E0585602001130571277871). E anche molte attività commerciali mestrine si stanno mobilitando nella raccolta fondi per raggiungere l'importante obiettivo.
Simone Bianchi

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista