Quotidiani locali

Caorle, l’ammazzagrandi... senza casa

Basket C Gold. Da mesi ad Annone: le vittorie arrivano, il parquet del PalaMare no

CAORLE. Come si fermano Oderzo e Jesolo le due capolista della Serie C Gold? Giocando le partite in casa... in trasferta ad Annone Veneto. Lo Sme Caorle aspetta ancora la riapertura del PalaMare, chiuso per il rifacimento del parquet dal 18 dicembre scorso, la domenica dell'ultima sfida interna contro Bassano prima della pausa natalizia. E c'è il rischio davvero concreto che il Caorle continui a giocare ad Annone anche i rimanenti tre incontri casalinghi della stagione regolare, previsti dal calendario contro Castelfranco (domenica prossima, 12 marzo), Monfalcone (26 marzo) e Codroipese (9 aprile).

«Il Comune ci aveva promesso che già dal 7 gennaio il parquet sarebbe stato pronto, noi pensavamo ad una sorta di inaugurazione contro lo Jesolo» confessa quasi sconsolato il presidente Massimo Corbetta, «e invece non abbiamo più saputo niente. Così i ragazzi continuano ad allenarsi alla palestra "Fermi" di Caorle e a disputare le partite in casa ad Annone. Fin quando? Sinceramente non ho la minima idea di quando ci ridaranno la struttura. Colgo anzi l'occasione per ringraziare Remigio Furlanis e tutto il suo staff che ci ospita e si prende cura di noi al "Pala Annone".

Nella nuova “casa” lo Sme ha vinto tre partite su quattro (perdendo solo con Arzignano) facendo vittime illustri, prima lo Jesolo e l'altra sera Oderzo, le due prime della classe.

«La vittoria contro Oderzo è stata una prova di squadra sotto tutti i punti di vista, come lo era stata quella a Mestre la settimana prima» è l'analisi del playmaker bellunese Luca Bovolenta che decise il derby con un tiro libero a fil di sirena. «Non è il singolo che decide le sorti di un incontro ma il gioco di squadra e lo stare uniti nelle difficoltà. Ne abbiamo avute ad inizio del girone del ritorno quando abbiamo perso cinque incontri su sette» prosegue Bovolenta, «Caorle c'è ancora, eccome se c'è, e tanti adesso lo sanno. Perché battere Jesolo,

Mestre ed Oderzo non solo ci rilancia in classifica ma anche una carica pazzesca a livello di testa. Il bello deve ancora venire e se entreremo nei playoff come mi auguro, saremo una meteora che darà fastidio a tutti e gli avversari non dovranno sottovalutare».

Thomas Maschietto

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro