Quotidiani locali

basket c silver

Toni Hrkac, l’uomo nuovo a Murano

Il croato trascina la squadra, ama la cucina e sta scoprendo Venezia

MURANO. Buonasera, ragazzi e... spaghetti alla bolognese. La guardia croata Antun Hrkac approdata alla Lu Murano (C Silver) un paio di settimane fa ha imparato solo tre parole in italiano ma la lingua del basket nostrano la sa parlare benissimo. Hrkac insieme all'eterno Alberto Causin, 32 punti il croato, 30 l'ex capitano della Reyer, l’altro ieri hanno schiantato Mirano, la seconda in classifica ma anche la miglior difesa del girone. «Non è il mio record personale di punti, ne ho segnati 51 quando giocavo con la squadra della mia città, il Kk Dakovo» racconta Hrkac. In 37’20” giocati nel derby la guardia di Dakovo ha segnato 32 punti (7/8 da due, 3/8 da tre e 9/9 ai liberi) dopo i 12 realizzati all'esordio nove giorni fa a Verona. Sabato farà 23 anni. «Se mi sento bene e tranquillo prima di un incontro mi risulta tutto più facile e mi carico come una molla se le persone a cui voglio bene mi supportano. Da “attaccante”" mi piace segnare soprattutto da tre e schiacciare. Fino adesso non ho mai schiacciato, ma ho promesso ai miei compagni che prima o poi lo farò».

In spogliatoio Antun è per tutti “Toni” tanto per farlo sentire più a casa. «Ho legato subito con Marco Rosada ma sono tutti dei grandi giocatori. E poi c'è Alberto Causin, un signore sotto tutti i punti di vista che può insegnare molto a tutti noi. Adesso stiamo lavorando duro per farci trovare pronti ai play off». Il basket ha portato Hrkac solo una volta lontano dalla Croazia, in Germania. Adesso c'è l'Italia, patria del calcio e del buon cibo. «Tifo Juventus e mi piace molto la cucina, in particolare gli spaghetti alla bolognese» si racconta il giocatore croato della Lu Murano, «da piccolo giocavo a calcio, ma l'allenatore mi schierava sempre in difesa e per questo ho cambiato sport e mi sono buttato sul basket. Contro un po' la volontà ed il parere della mia famiglia perché

a casa mia tutti erano dei calciatori e dei miei amici, anche loro innamorati del pallone». E nel tempo libero? "Sto visitando Venezia, la trovo una bellissima città. Continuo a seguire il calcio e in generale tutti gli sport, ma l'unico che mi interessa praticare è il basket». (th.m.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista