Quotidiani locali

SERIE C GOLD

Lo Sme cade di brutto a Codroipo

Secondo tempo inguardabile, alla fine il passivo è di 28 punti

Se si potesse riavvolgere il nastro del cronometro coach Andrea Ferraboschi se la vorrebbe rigiocare contro i friulani, magari lavorando di più sulla concentrazione dei suoi giocatori. Lo Sme cade a Codroipo, si potrebbe dire quasi inaspettatamente e cade giocando un brutto secondo tempo in attacco. Si sa, dopo le vacanze e una pausa di quasi un mese, soprattutto per una squadra reduce da quattro vittorie consecutive, le gambe sono dure e le teste ancora rilassate.

Nel primo quarto lo Sme ci prova anche a mettere le mani sulla partita, ma il + 5 (9-4) a 6’43” dalla prima sirena di Rubin (5) Cresnar e Bovolenta appartiene alla classica fase di studio iniziale. L’ultimo vantaggio ospite è con Dalovic (11-10) a 2’34” dalla fine, l’ultimo contatto conosciuto è il 13-13 di Rubin. Codroipo in casa è già stato il killer dello Jesolo e nel parziale di 8-0 a cavallo tra primo e inizio secondo quarto (21-13) mette nel mirino anche lo Sme. Simone Macaro è scatenato e con due triple e un canestro dalla media porta i suoi a + 9 (29-20) a 5’09” dal lungo intervallo.

“Boma” Zorzi gli tiene testa (16-21, 24-31) e con un gioco “vale più libero aggiuntivo” ricuce per Caorle fino al -4 (27-31) a 3’26” dagli spogliatoi. Dalla ripresa delle ostilità Markovic e Dalovic piazzano un mini break di 5-0 (39-33), ma lo Sme si ferma qui. (th.ma.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PERCORSI

Guida al fumetto: da Dylan Dog a Diabolik