Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Campo di San Giuliano da sistemare»

I progetti di Sartorato, nuovo presidente della Fidal di Venezia

Grande conoscitore degli aspetti fondamentali dell’atletica di casa, Gilberto Sartorato, sembra avere le idee chiare su quali saranno i punti fondamentali da approfondire in questi quattro anni del suo mandato. «Innanzitutto voglio ringraziare le società veneziane che mi hanno votato come presidente e hanno dimostrato la loro fiducia nei miei confronti. La prima cosa in assoluto da fare sarà impegnarsi a fondo sul ripristino e la messa a norma di alcuni impianti fondamentali. Su tutti il cam ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

Grande conoscitore degli aspetti fondamentali dell’atletica di casa, Gilberto Sartorato, sembra avere le idee chiare su quali saranno i punti fondamentali da approfondire in questi quattro anni del suo mandato. «Innanzitutto voglio ringraziare le società veneziane che mi hanno votato come presidente e hanno dimostrato la loro fiducia nei miei confronti. La prima cosa in assoluto da fare sarà impegnarsi a fondo sul ripristino e la messa a norma di alcuni impianti fondamentali. Su tutti il campo storico di San Giuliano a Mestre che ha bisogno assolutamente di una nuova veste, poi anche gli impianti di Mirano e San Stino. Molto importante sotto l’aspetto dell’attività agonistica sarà continuare con tutte le nostre forze a incrementare l’attività giovanile che già negli ultimi anni ha prodotto degli ottimi risultati sia a livello regionale che nazionale e inoltre cercheremo di aumentare il numero di nuove società. Nell’aria ci sono già delle possibilità a Spinea e alla Gazzera».

Il sessantatreenne mestrino, nuovo presidente del comitato provinciale della Fidal di Venezia, sarà alla guida dell’atletica veneziana per il quadriennio olimpico 2017-2020, affiancato dai consiglieri Sandro Antonello (vice presidente), Pietro Bernardoni(settore giovanile), Michele Stellon (impianti) e Chiara Patuzzo segretaria.

«A livello assoluto», continua Sartorato, «abbiamo sempre la Biotekna Marcon che per due anni consecutivi ha disputato la finale Oro che significa essere tra le prime dodici società d’Italia e quest’anno ha disputato la finale Argento pur sempre un grande risultato. Poi in campo femminile figura la Coin che punterà ad entrare in A-1 e le premesse ci sono tutte. Mi preme sottolineare ancora che per quanto riguarda il settore giovanile possiamo contare su un gruppo storico di società come la Jesolo Turismo, l’Audace Noale, le stesse Biotekna e Coin, Mirano, la Riviera del Brenta, l’Albore Martellago e Scorzè».

Valter Esposito