Quotidiani locali

Un’onda colorata con oltre 1700 ragazzi

La Festa del Rugby al “Quaggia” di Mogliano per la conclusione di uno anno di sport con le scuole

MOGLIANO. Una marea gigantesca, colorata da oltre 1.700 studenti della 63 classi quarte e quinte elementari degli istituti comprensivi di Mogliano, Marcon, Scorzé, Martellago e Zero Branco: è stato questo lo scenario della domenica ospitata dallo Stadio “Quaggia” per l’evento “Festa del Rugby a Scuola”, momento conclusivo del lungo percorso che ha visto coinvolto in un progetto a metà tra lo sportivo e l’educativo lo staff di via Colelli lungo l’intero anno scolastico. Il progetto ha visto il coinvolgimento complessivo di circa 10.000 tra bambini e ragazzi dai 3 ai 13 anni, numero che racconta solo in parte lo sforzo profuso dalla società ma che allo stesso tempo ne testimonia l’enorme attenzione storicamente rivolta a questo ambito. Ognuna fiera dei propri simboli e delle proprie magliette, le rappresentative hanno dato vita ad un torneo che visto scendere in campo giocatori, allenatori ed accompagnatori della società biancoblu, con la presenza degli atleti reduci dalla semifinale Scudetto Zani, Benvenuti, Nicotera, Bocchi e Filippucci, ulteriormente impreziosita da quella di un richiestissimo Aristide Barraud. Al termine delle accesissime partite, via al momento delle premiazioni, preceduto dai saluti istituzionali dalle tante autorità presenti a bordo campo: dopo quello iniziale del Presidente del Club Lucio Marin, sono seguiti gli interventi del Sindaco Carola Arena, dell’Assessore allo Sport Oscar Mancini, del Sindaco di Marcon Andrea Follini, dell’Assessore alle Attività Produttive di Scorzè Claudio Codato, dell’Assessore allo Sport di Martellago Antonio Loro ed infine dell’Assessore allo Sport di Zero Branco Luca Durighetto.

Anche Generali Italia ha voluto essere presente con il dirigente Paolo Montagni, il quale ha ribadito il sostegno a questo Progetto inserito in una più ampia serie di attività di supporto ad iniziative locali indirizzate alla promozione dei valori dello sport. Il Progetto Rugby a Scuola si è basato su una serie di lezioni-incontri focalizzati su più aspetti, da quello formativo (relazioni all’interno di un gruppo e percezione della propria corporeità)

a quello educativo (superamento delle difficoltà, importanza del collettivo), a quello motorio. Visto il successo di quest’anno ed il supporto garantito da Generali Italia, il progetto vedrà già dalla prossima stagione un ulteriore sviluppo organizzativo e territoriale. (g.g.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon