Quotidiani locali

IL GIUDICE SPORTIVO

Schiaffeggia l’arbitro: out fino al 30 giugno

MARGHERA. Squalificato fino al termine della stagione per uno schiaffo all’arbitro. È questa la sanzione comminata a Giacomo Vianello, giocatore della squadra Juniores del Marghera squalificato dal...

MARGHERA. Squalificato fino al termine della stagione per uno schiaffo all’arbitro. È questa la sanzione comminata a Giacomo Vianello, giocatore della squadra Juniores del Marghera squalificato dal giudice sportivo del comitato veneziano della Figc fino al 30 giugno di quest’anno. Nel comunicato ufficiale diffuso ieri si legge testualmente che Vianello «espulso per futili motivi, al termine del primo tempo, negli spogliatoi, colpiva il direttore di gara con uno schiaffo alla nuca procurandogli un lieve dolore». La versione dei fatti riportata nel comunicato, però, è contestata dalla dirigenza granata.

«Ero presente in campo», spiega Luca Girani, accompagnatore ufficiale degli Juniores del Marghera, «e assicuro che non c’è stato nessuno schiaffo. Certo il nostro giocatore era un po’ alterato, ma sia noi come società, sia lui, ci siamo scusati con l’arbitro. Ma no, non c’è stato nessun atto violento». Ora resta da capire se il sodalizio granata farà ricorso avverso questo provvedimento. Queste le altre decisioni del giudice sportivo dei dilettanti.

Eccellenza: tra i dirigenti inibizione fino al 26 aprile, vale a dire fino al termine della regular season, a Nicola Artusi del Real Martellago. Promozione: due turni a Matteo Olmesini (Maerne), una a Matteo Stefanello e Omar Gomiero (Dolo 1909), Andrea Biston e Federico Montanari (Favaro), Matteo Bertuzzo (Fossaltese), Matteo Pasquali (Unione Graticolato). Prima categoria: una giornata a Thomas Pellegrini (Cavarzere), Fabio Marco Giordano (Jesolo) e Paolo Moro (Treporti).

Finale trofeo Regione Seconda. Sarà lo stadio comunale di Martellago ad ospitare il prossimo 13 aprile la finale del Trofeo Regione di Seconda categoria (ore 20.30). A contendersi il successo finale saranno OlmiCallalta e Fontanivese, chi vince di fatto conquista un posto in Prima categoria.

Ricorso. Niente da fare per il Torre di Mosto (Terza categoria, girone San Donà),

il cui ricorso avverso lo 0-3 a tavolino nella gara giocata contro l’Annonese lo scorso 6 marzo e le squalifiche fino al 15 aprile del tecnico Serio Franco Martin e del dirigente Renzo Girardi è stato respinto dalla corte sportiva di appello territoriale del comitato veneto. (m.t.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista