Quotidiani locali

Calvi Noale incolore punita dalla Liventina con un gol per tempo

Nella prima frazione la squadra di Soncin è irriconoscibile e subisce in chiusura la rete di Iacono; qualche fiammata (inutile) nella ripresa

NOALE. Una Calvi Noale incolore perde la seconda partita in cinque giorni cedendo il passo in casa alla Liventina. In una giornata tipicamente autunnale con il ritorno al turno domenicale dopo la parentesi di mercoledì scorso c’è però una buona notizia: lo stadio comunale di via dei Tigli è sgombro dalla nebbia che ha condizionato il turno infrasettimanale e la sfida può iniziare regolarmente.

Alcune novità nell’undici schierato da Giovanni Soncin che lascia in panchina le due punte fuoriquota Siega e Meite per un turnover con Dell’Andrea e Zuin, terzo del trio di ’97 in campo con Taddia e Gregorio. Fuori per la seconda giornata di squalifica Bandiera, in campo al suo posto come contro il Campodarsego, Livotto. Come l’aria è libera di umidità così per abbondanti 35 minuti anche il gioco è privo di idee da entrambe le parti: primi tocchi imprecisi, nessun movimento delle punte in avanti e troppi lanci lunghi quasi sempre preda delle difese avversarie. In questo senso le due squadre si specchiano e nel taccuino non si segnala nulla di particolare. I reparti arretrati passano un pomeriggio tranquillo perché gli attaccanti si annullano quasi da soli.

In questo contesto con una Calvi irriconoscibile rispetto alle altre prestazioni casalinghe, verso la conclusione del primo parziale prende coraggio la Liventina e dopo un primo diagonale a lato di Grandin, è Ghedini al 39’ che raccoglie un pallone al limite dell’area e conclude alto sopra la traversa. È il preludio al gol ospite che arriva al 40’: azione che si sviluppa per vie centrali, palla che Vianello allarga sulla destra per l’accorrente Jacono, il quale entra in area, in velocità supera il suo diretto avversario e beffa con un diagonale Fortin.

Inizia il secondo tempo e subito due fiammate. Al 2’ Grandin di testa impegna seriamente Fortin che devia una pallone che gli rimbalza davanti. Al 6’ risponde la Calvi con Zuin che calcia malamente da ottima posizione. Ancora Zuin protagonista al 12’ quando, raccolto un lungo lancio di Fortin, prova al volo ma trova un Rossi insuperabile.

Nel giro di tre minuti poi, dal 23’, prima la Calvi rimane in inferiorità numerica per il rosso diretto a Longato, poi si ristabilisce la parità con il doppio giallo a Boem al 26’. I padroni di casa provano a cambiare il corso della partita, ma non sono decisivi come nelle precedenti occasioni.

Anzi in contropiede al 45’ subiscono il raddoppio con Dene che va via sulla sinistra e mette in mezzo per Grandin che non ha problemi a superare Fortin. Al 48’ Zanetti spreca un’altra ripartenza per quella che sarebbe stata una punizione troppo severa per la Calvi.

Alessandro Torre

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro