Quotidiani locali

Calvi Noale, tre gol e tre punti

Calcio serie D. Dell’Andrea, Coletto e Viola firmano il successo sul Dro, la squadra torna al terzo posto

NOALE. La Calvi nel secondo tempo chiude la pratica Dro e, con un secco 3-0, si prepara alla trasferta di Venezia. Ottava giornata di campionato in serie D e si torna a giocare di mercoledì. Il precedente turno infrasettimanale a Trieste aveva regalato una storica vittoria per la Calvi Noale che aveva espugnato lo stadio “Nereo Rocco” superando la Triestina. Ieri a Noale si auguravano di ripetere la fortunata prestazione della terza giornata per riprendersi dallo stop di sabato a Verona, quando un rigore per la Virtus aveva condannato gli uomini di Soncin alla prima sconfitta stagionale. Ospite del turno odierno il Dro che veleggia nella parti basse della classifica e domenica scorsa ha battezzato la sua prima vittoria di campionato contro il Tamai proprio all’esordio della nuova guida mister Cristian Soave, ieri alla prima gara esterna.

Calvi che deve giocoforza fare a meno del centrocampo titolare per le forzate assenze di Bandiera, infortunato, e Longato, a casa con una forte influenza. Opportunità da titolare, quindi, per il giovanissimo Gregorio, classe ’97, tra i protagonisti della promozione nella scorsa stagione, affiancato a Livotto per un’inedita coppia centrale nel consueto 3-5-2. Ma, per i primi 20 minuti, complice anche un terreno di gioco reso scivoloso dalla pioggia incessante di questi due giorni, si sente e molto la mancanza dei due registi biancoazzurri. La Calvi fa fatica a proporsi in avanti e il Dro non soffre particolarmente le folate offensive dei padroni di casa. Sulla destra Rumor e Gregorio sono i più propositivi e Meite il più pericoloso, come quando al 10’ lanciato da Dell’Andrea prova il diagonale, debole tra le braccia di Chimini. Attorno alla mezz’ora aumenta la pressione dei padroni di casa che, dagli sviluppi di due calci d’angolo, si rendono molto pericolosi. Al 32’ corner dalla sinistra di Dell’Andrea e, sul secondo palo, Meite controlla e da ottima posizione a pochi metri dalla porta calcia a lato. Al 35’ sempre dalla bandierina Dell’Andrea mette in mezzo, batti e ribatti, palla che arriva a Viola che si gira, ma la conclusione termina sul fondo. Al 38’ la sfida sembra girare dalla parte del Noale con il Dro che rimane in dieci uomini. Di Senso colpisce con una manata in un contrasto Griggio, rosso diretto e Calvi in superiorità numerica. Superiorità che è la chiave per scardinare la difesa avversaria nel secondo tempo.

Soncin cambia e il Noale diventa a trazione anteriore con l’ingresso di Siega. Con quattro terminali offensivi è solo questione di tempo e al 22’ arriva il meritato vantaggio. Meite sulla destra apre all’improvviso sul versante opposto dell’area, dove Dell’Andrea controlla, si porta la palla sul sinistro e conclude

con violenza con palla che batte sotto la traversa ed entra in rete. Al 27’ Coletto raddoppia raccogliendo di testa una punizione di Dell’Andrea dalla destra, e infine al 32’ Viola triplica appoggiando in rete una respinta di Chimini su un diagonale di Meite.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista