Quotidiani locali

«Tutti hanno fatto cose importanti»

Recalcati elogia la squadra e si gode la vittoria personale numero 525 in serie A

CREMONA. Termina con un lungo abbraccio tra Recalcati e Pancotto, i decani della panchina in serie A. Termina con la vittoria numero 525 in serie A per il “Charlie” nazionale, che nel post partita glissa con la tradizionale modestia il traguardo raggiunto. «Ci sarà tempo per parlarne, quel che conta è il risultato della partita». Decima vittoria esterna per la Reyer, Sassari sempre più lontana. «È un successo importante e prezioso» spiega il tecnico granata, «anche perché siamo stati costretti a modificare in corsa, pochi minuti prima dell’inizio, il piano partita». Chiaro il riferimento al forfait di Stone. «Julyan aveva accusato un fastidio all’anca a fine settimana, sabato era rimasto a riposo per precauzione e al risveglio mi ha garantito che tutte andava bene. Poi il fastidio si è ripresentato, e a quel punto abbiamo preferito fermare Stone per evitare guai peggiori. Non è stato semplice cambiare strategia in corsa, soprattutto avendo perso il giocatore che meglio si adattava nella marcatura di Vitali. Ruzzier è stato molto bravo a calarsi nella parte, seppur con caratteristiche diverse da Stone». E non è stato semplice nemmeno espugnare il PalaRadi, nonostante la Reyer abbia avuto anche 18 punti di vantaggio all’inizio del terzo quarto. «Sì, bella vittoria ottenuta contro una squadra mai doma, che si è riportata anche sotto. Ognuno dei miei giocatori ha fatto qualcosa di importante quando serviva».

Ancora

una volta la premiata ditta Goss-Viggiano sugli scudi. «Cercheremo di mantenerli su questi livello» conclude Recalcati, «anche se sono convinto che Phil abbia ancora margini di miglioramento. Se continua a lavorare e a giocare così, con grande autorità, potrà solo crescere». (m.c.)

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon