Quotidiani locali

Ottantuno punti per la festa dell’armata Padova

Biancoscudati, vincitori del campionato, castigano con 4 gol il Kras Repen. Ferretti va in doppietta

PADOVA. Il Padova non si ferma nemmeno dopo la vittoria matematica del campionato e nel giorno della festa promozione, stritola il Kras Repen 4-0 e arriva a quota 81 punti. Ferretti firma una doppietta, prima dei sigilli di Zubin e Fenati. Biancoscudati in maglia blu, il bianco rosso viene lasciato al Kras Repen. La formazione di Monrupino punta ai playout, ma ha un disperato bisogno di punti per guadagnare la miglior posizione possibile negli spareggi. La tribuna Fattori è in bianco e sventola le bandiere; la tribune Est regala una suggestiva coreografia. L'atmosfera è elettrizzante sugli spalti ma la partita comincia con un ritmo soporifero. Dopo un quarto d'ora Parlato abbandona il 4-2-3-1, arretrando Ilari a centrocampo e piazzando Petrilli alle spalle di Zubin e Ferretti. Il Padova fatica ad ingranare, finché non si sveglia “El Rulo”. Al 27' il centravanti argentino raccoglie palla ai 25 metri e lascia partire un destro violentissimo che sbatte sulla parte inferiore della traversa e rimbalza sulla linea di porta. Lo stadio grida al gol, ma la palla non è entrata. Festa rimandata di un minuto. Ilari è strepitoso nel recuperare palla a centrocampo, saltare un avversario e fuggire sulla destra, crossando al centro per Ferretti che aggancia in area e scarica un sinistro poderoso che si insacca sotto la traversa. Decimo gol stagionale per “El Rulo”, salutato dall'ovazione dell'Euganeo. Ferretti si ripete al 38'. Sugli sviluppi di un corner, Fenati stacca di testa con Castellano che, a pochi passi da lui, respinge il pallone con la mano. Calcio di rigore che Ferretti contende a Ilari; calcia l'argentino e gol a fil di palo. La ripresa parte senza cambi ma è più viva. Dopo 9' Zubin con un colpo di testa all'apparenza innocuo, scheggia la traversa. Un minuto dopo è invece Spetic a tagliare in due la difesa biancoscudata, prima che Petkovic esca a chiudergli lo specchio. Al 12' entra anche Cunico per Petrilli. Al quarto d'ora Ferretti va vicinissimo alla tripletta su cross di Bortot. Al 20', invece, è lo stesso Bortot a concludere un'azione insistita, con un violento destro dalla distanza destinato all'incrocio e salvato ancora da Dagnolo, che però, non può

nulla un minuto più tardi quando Ferretti imbecca Zubin tra le linee. Il centravanti istriano entra in area e scarica in rete di potenza il 3-0. Fenati, poi, trova il primo gol in campionato e signa il 4-0. Alla fine si scatena l'ennesima grande festa sulle note di “We are the champions”.

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PER GLI SCRITTORI UN'OPPORTUNITA' IN PIU'

La novità: vendi il tuo libro su Amazon