Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Mestrina sprecona al Baracca il vantaggio numerico non basta

MESTRE. Occasione sprecata per la Mestrina che, pur in vantaggio di due uomini nel secondo tempo, non riesce ad andare oltre il pareggio ad occhiali con la Feltrese. Dopo l’esaltante vittoria di...

MESTRE. Occasione sprecata per la Mestrina che, pur in vantaggio di due uomini nel secondo tempo, non riesce ad andare oltre il pareggio ad occhiali con la Feltrese. Dopo l’esaltante vittoria di Noale, mezzo passo indietro per la formazione di Vecchiato che non riesce ad avere la meglio su un avversario che ha costretto l’undici di casa a perdere punti preziosi nella lotta playoff.

Poche le occasioni da rete da segnalare nel tabellino, che si ravviva però con la doppia espulsione contro gli ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti senza meter

MESTRE. Occasione sprecata per la Mestrina che, pur in vantaggio di due uomini nel secondo tempo, non riesce ad andare oltre il pareggio ad occhiali con la Feltrese. Dopo l’esaltante vittoria di Noale, mezzo passo indietro per la formazione di Vecchiato che non riesce ad avere la meglio su un avversario che ha costretto l’undici di casa a perdere punti preziosi nella lotta playoff.

Poche le occasioni da rete da segnalare nel tabellino, che si ravviva però con la doppia espulsione contro gli ospiti, alla fine tuttavia non risultata decisiva. Le più grosse opportunità, al 43’ di Ndao che calcia a fil di palo e poi nel secondo parziale con un inizio tutto arancionero. Al 5’ sulla sinistra Danieli riesce a servire un ottimo assist per Cavalli, palla in mezzo su cui arriva Mazzeo che devia sull’angolino basso, Casanova si supera in corner. Al 15’ Zanon spedisce di poco alto. Al 28’ ci prova Mazzeo, la conclusione non è forte ma precisa, Casanova devia. Al 36’ Minio si inventa rifinitore e trova Olmesini, conclusione alta da ottima posizione. Al 40’ è il turno di Gerini ma ancora una volta la mira non è precisa. Infine al 42’ un ultimo acuto di Mazzeo, senza esito. (a.t.)