Quotidiani locali

Tre realtà unite nell’universo Milan

Bene la prima squadra e bene le giovanili: ecco il Graticolato, risultato della fusione tra Caltana, Caselle e Veternigo

CALTANA. È un Graticolato ambizioso sia a livello di prima squadra (Promozione girone C), che di settore giovanile, quello che si presenta oggi con le sue undici formazioni, dai piccoli amici agli allievi. Ambizioso anche considerando la recente costituzione del club oggi retto da Stefano Bacchin, e nato nel 2011 dalla fusione di Caltana, Caselle e Veternigo che hanno dato vita all’asd Unione Graticolato, operante nel territorio del Salese. Un progetto che mirava a far crescere il settore giovanile e, visti gli attuali risultati, si può dire che quella lungimiranza ha portato i suoi frutti. Settore giovanile che oggi conta un gruppo di duecento ragazzi che spaziano dai primi calci alla promozione e obiettivo principale, fare in modo che quel bacino diventi il “serbatoio umano” per la prima squadra. In quest’ottica anche l’affiliazione con l’universo Milan, con i ragazzi di Caltana che svolgono lo stesso programma tecnico dei giovani rossoneri e utilizzano le stesse didattiche di livello. In soli quattro stagioni il settore giovanile è cresciuto fino a diventare un punto di riferimento nel territorio. A sovrintendere entrambe le attività in questo momento il direttore generale Luca Bellini, che da responsabile del settore giovanile, con il diesse Giorgio Trevisani, oggi veste anche i panni del

ds in promozione. Alla guida delle giovani formazioni ci sono tecnici qualificati, come Nico Cazzin, Carlo Milan, Daniele Contarini, Luca Cavazzana (piccoli amici e pulcini), Cesare Griggio, Mario Gasparini e Gianluca Piatto (giovanissimi), Paggiarin e Canton (allievi).

Alessandro Torre

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista