Quotidiani locali

San Donà bistrattata dal Trento. Ancora

B/1 F. Terzo ko del Service Med dopo i due di Coppa Italia con la “bestia nera” Studio 55. Carletti (14 anni) la più giovane

La rivincita in campionato non c’è stata. La Service Med San Donà si arrende 0-3 allo Studio 55 Ata Trento, dopo che nelle settimane scorse aveva perso con le trentine anche la doppia sfida di Coppa Italia.

Le sandonatesi rimandano così l’appuntamento con il primo successo nella nuova categoria e rimangono nei bassifondi della classifica.

Da segnalare, nel terzo set, l’esordio in B/1 della 14enne Federica Carletti. L’attaccante toscana è la più giovane debuttante in prima squadra nella storia della società sandonatese. Una nota positiva, in una gara che in casa Service Med sarà ricordata per i troppi errori.

Trento ha fatto la differenza sottorete (ben 13 muri contro uno solo di San Donà), complice anche un attacco della Service Med, le cui percentuali sono andate calando in maniera vertiginosa nel corso del match (dal 46% del primo set al 29% del terzo) specularmente alla crescita di quelle avversarie.

Se ha ben tenuto la ricezione (46% di perfetta), San Donà ha anche regalato troppo al servizio: 6 ace a testa per le due squadre, ma 7 errori in battuta sandonatesi contro 2 trentini.

Nei primi due parziali la Service Med vanifica i vantaggi acquisiti con una serie di disattenzioni ed errori che sono un campanello d’allarme per il prosieguo della gara.

Eppure al primo tempo tecnico del set d’avvio, San Donà è avanti 8-6, per poi riuscire anche ad allungare fino al 15-11. Ma Trento trova un parziale di 8-1 e la situazione si ribalta: 16-19.

Coach Giannetti, supportato in panchina dal suo vice Alberto Canzian, è costretto a chiamare time-out. San Donà prova a rifarsi sotto (18-19), ma lo Studio 55 piazza l’allungo decisivo e il set scivola di mano alle sandonatesi terminando 21-25.

Il secondo parziale va a «strappi», all’insegna di break e contro break. Parte subito San Donà (3-0), risponde Trento (4-7), ci riprova la Service Med, che prima riconquista la parità a quota 7 e poi mette la freccia, toccando il 12-9 con un entusiasmante ace di Giorgia De Bortoli.

San Donà rimane avanti fino al 15-14, ma a cavallo del secondo fischio tecnico un nuovo black-out costa alle ragazze di Giannetti un break negativo di 0-5.

Le sandonatesi stringono i denti, cercano di raccapezzarsi e Masiero prova a guidare la rimonta (17-19), però il set è ormai compromesso e Trento non

fa sconti: 18-25.

Nel terzo parziale in casa sandonatesi si è ormai spenta la luce. Sul 4-6 da segnalare il cambio deciso da Giannetti che, al posto di Masiero, inserisce la 14enne Federica Carletti. L’unica nota positiva di un set da dimenticare: 14-25.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Venezia Tutti i ristoranti »

Il mio libro

CLASSICI E NUOVI LIBRI DA SCOPRIRE

Libri da leggere, a ciascuno la sua lista